Ciclismo, “Rischioso se non si rispettano le regole”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore

“Il Ciclismo in Romagna è uno sport molto amato. Nei fine settimana primaverili si notano frequentemente, serpentoni colorati di ciclisti che si riversano sulle strade. È una passione salubre e tonificante, che a volte però può diventare pericolosa se non si rispettano le regole. Mi capita spesso di incontrare sulla via cella, la strada che da madonna dell'Albero va a San Bartolo, gruppi numerosi (rasentano anche il centinaio) di cicloamatori che occupano tutta la corsia stradale. Chi sta dietro non riesce assolutamente a sorpassare, e quando ci prova rischia di creare un disastro, per non contare gli improperi che gli vengono rivolti. Non è ammissibile del resto che un’auto o motoveicolo si accodi alla velocità di una bici, per quanto sia in forma il ciclista. Il codice della strada del resto obbliga a circolare restando il più vicino possibile al margine destro della strada. Capisco la difficoltà di un gruppo di un centinaio di persone nel dover rimanere in fila indiana da Madonna dell'albero a Bertinoro, senza poter scambiare due parole con un compagno. Si potrebbe però trovare una via di mezzo, ovvero dividersi in piccoli gruppetti,  lasciando così ogni tanto uno spazio per il sorpasso. Non vorrei si arrivasse al dover allertare la municipale, che provvederebbe con sanzioni antipatiche. Quindi per concludere, mi auguro che il buon senso e la sicurezza prevalgano, nel nome e nel rispetto di tutti gli utenti della strada”.

 

Lettera firmata

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017