"Feste e traffico, il codice della strada non va in vacanza"

Riceviamo la lettera di una lettrice da Cervia. 

 

"Per la notte di San Lorenzo, come ampiamente prevedibile, il traffico a Cervia è stato infernale. E subito si sono scatenate le immancabili polemiche, anche in vista della nuova circolazione secondo molti fallimentare. Però ho personalmente assistito a scene difficilmente imputabili ad amministrazioni o chicchessia. In particolare il traffico lungo viale Colombo e via dei Mille - e di conseguenza lungo tutte le strade nei pressi - è stato completamente bloccato per tantissimo tempo, con automobilisti impazziti e attaccati al clacson. La motivazione? Macchine (italianissime, non si dia la colpa ai turisti stranieri) parcheggiate in tutti i buchi e in tutti i modi in via Colombo che non permettevano la circolazione dei tram, rimasti così letteralmente bloccati e impediti nei movimenti. 
Immagino i discorsi dei proprietari delle auto: "Stasera c'è un tale casino che i vigili non passeranno mai a fare le multe, mettiamola un po' dove ci pare". Che la lascino nel loro garage, se non sono capaci di rispettare non solo il codice della strada, ma nemmeno le regole più semplici del vivere civile". 

 

Cristina

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.