“In Piazza Baracca un marciapiede… non per tutti”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una lettrice

 

“Controllando qualsiasi dizionario si può leggere come la parola ‘marciapiede’ abbia come primo e più importante significato quello di ‘parte della strada riservata per la sosta e il transito dei pedoni’. Partendo da questo concetto lapalissiano mi chiedo perché non sia ovvio per tutti che, per un discorso di sicurezza, queste aree debbano rimanere ‘riservate’ a chi procede a piedi e che tutti gli altri mezzi debbano scegliere più convenienti soluzioni. Dopo le bici, sui marciapiedi ora può capitare di incrociare anche le spazzatrici per la pulizia delle strade, come è successo a me in piazza Baracca, un’area molto frequentata dai pedoni. Ma una pulizia ‘vecchio stile’ con ramazza e paletta non sarebbe più che sufficiente? Per la sicurezza e la tranquillità di tutti”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017