"Spazio pubblico, un bene prezioso e da valorizzare"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una lettrice ravennate:

"Puntualmente come ogni anno è arrivata la notifica di pagamento per “occupazione spazi ed aree pubbliche” del Comune di Ravenna. Il nome della tassa già di per sè è fuorviante, ci dicono di pagare “l'occupazione suolo pubblico” quando in realtà paghiamo perchè il suolo pubblico, ossia lo spazio davanti al nostro passo carrabile, resti libero. Che ironia!

Quando si farà pagare la vera “occupazione del suolo pubblico” a tutte le auto che 365 giorni l'anno ingombrano le nostre strade e, spesso i nostri marciapiedi, creando un enorme inquinamento visivo, ostacolando le pulizie e limitando l'uso “pubblico” delle strade?

Lo spazio pubblico, così come il paesaggio e l'ambiente, sono un bene prezioso e da valorizzare! Quanto sarebbe più bello passeggiare in strade senza macchine!!

E così nell'Italia al rovescio anche quest'anno chi parcheggia su suolo privato paga perchè il suolo pubblico resti libero mentre le auto parcheggiate giorno e notte sul suolo pubblico non pagano nulla. E così la collettività rinuncia a godere di strade belle, pulite e pubbliche senza ricavarne neppure un euro".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.