Contributi comunali per iniziative di pubblico interesse, “Chi certifica le spese?”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore

 

Gentile redazione,

spesso, quando mi scorrono sotto gli occhi le cifre dei contributi erogati dal Comune per iniziative di interesse pubblico - stante anche l’importanza dei numeri in questione (non stiamo parlando certo di spicci...) – mi viene da pensare che si renda ormai necessaria una diversa modalità di certificazione delle spese dichiarate dai richiedenti il contributo.

Mi spiego meglio: come tutti sanno, i contributi che l’Ente concede per qualsivoglia iniziativa di pubblico interesse sono condizionati alla presentazione di una domanda e di un piano economico, che dovrà essere confortato poi - al termine delle iniziative programmate - da una rendicontazione delle spese effettuate.

La rendicontazione è essenziale per la liquidazione del contributo.

Ora, vista – come spiegavo poc’anzi – anche l’importanza delle cifre erogate, mi sembrerebbe di buon senso che il Comune chiedesse che la rendicontazione fosse certificata da una società di revisione. In pratica, un terzo che verifichi la veridicità e la correttezza di quanto dichiarato da chi richiede i contributi (è un’operazione che oggi può essere fatta dietro il corrispettivo di somme modeste). Non si vogliono mettere in dubbio le dichiarazioni di chi in buona fede presenta la sua rendicontazione, ma un passaggio del genere, semplice e non eccessivamente oneroso, mi sembra possa far svolgere il tutto in un clima di maggior serenità e necessaria trasparenza.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018