Festa nazionale del Pd, “Sotto i lustrini, poco… o niente”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore

 

Gentile redazione di Ravenna24ore.it,

checché se ne dica, e in qualunque modo se ne parli sui giornali, a chi ne conosce la realtà credo sembri evidente che la Festa dell’Unità di Ravenna non sia stata quel successo che è stato sbandierato. Sotto i lustrini, poco… o niente.

 

Ritengo che la scelta di Ravenna per la sede della Festa Nazionale - anziché le consuete e già collaudate piazze di Reggio Emilia, Modena, Bologna, ben più grandi e di alta qualità in termini logistici strutturali e dimensionali - sia dovuta ad una valutazione strategica, legata alle forti ambizioni di carriera politica di alcuni dirigenti locali e alla necessità di non perdere le elezioni nei comuni della provincia nella primavera 2019. Inoltre organizzare la Festa Nazionale a Ravenna è stata per il partito nazionale, visto il momento critico che sta vivendo, una triplice garanzia: una festa con un seguito buono, quindi la garanzia di non fare un buco nell’acqua; un ambiente ridotto, facile da riempire con poche migliaia di persone; una festa con un’occupazione storica di espositori pubblicitari di adeguata rappresentanza. Il tutto per continuare a narrare un partito che non esiste più.

 

Io credo che a chi ha frequentato, e frequenta, le Feste nazionali dell’Unità appaia evidente che la Festa di Ravenna, in termini di “share”, al di là di alcune foto che sembrano fatte ad arte, sia stata fallimentare.

Riguardo ai numeri di ogni tipo, poi, sarebbe opportuno che il Pd, come ogni partito, facesse certificare il bilancio della Festa da un soggetto esterno: così da rendere i numeri più autorevoli.

 

Oggi il Pd in provincia di Ravenna è in mano a “nuovi” dirigenti e non c’è spazio per le voci contrarie. I superstiti, pochi, sono tutti, per opportunità e incarichi, fedeli alla linea. Unico dato importante e di rilevo della Festa: tanti volontari e una base che ancora esiste. Speriamo che questo corso “arrivista, fatto solo di narrazioni” sia spazzato via dai suoi deludenti risultati.

 

Un ex iscritto

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018