“Primaverili illusioni turistiche ravennati ... "

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un gruppo di cittadini ravennati.

"Riteniamo che le politiche dell’attuale pubblica amministrazione sul centro cittadino di Ravenna siano assolutamente inefficaci e prive di utilità per lo stesso, solo concentrate a porre in buona luce gli amministratori nel breve termine.

L’interminabile ponte di due settimane di fine aprile ha rappresentato una ghiotta e rara occasione concessa dal calendario per prolungati e/o ripetuti periodi di vacanza; ogni città d’ arte italiana era stracolma, altro che effetto “Angela”! Il beneficio apportato dal noto divulgatore scientifico, e dalla ormai ricorrente centralità di Ravenna sui media Rai, andrebbe analizzato “complessivamente”, computando ogni onere e quindi valutandolo in contraddittorio con degli ordinari costi per spazi pubblicitari sulle reti Rai e Mediaset in prima serata.

Non solo, la Provincia di Ravenna ha ospitato negli ultimi 30 giorni un numero di eventi, feste, mostre, vernissage, ecc. degne di una capitale Europea: così da salutare adeguatamente i cittadini a pochi giorni dalle elezioni che decideranno i prossimi 14 sindaci di altrettanti comuni della provincia di Ravenna. Per concludere in bellezza, per soli 70.000 euro di investimento avremo anche il Giro d’Italia il prossimo 21 maggio!

In ultimo la chiamata popolare per scegliere il logo del 700° Centenario Dantesco ci sembra veramente una sfacciata azione di marketing politico, che per altro, sottrae un onere che dovrebbe essere posto solo a carico del funzionario comunale incaricato.

Grazie, non crediamo sia necessario aggiungere altro".

Un gruppo di Ravennati

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.