"Radiografie ad un braccio? Missione impossibile". Corsa a ostacoli fra i disservizi sanitari...

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore.

 

"Prenotare un esame clinico potrebbe sembrare una cosa semplice, addirittura banale... poi ci provi... e cambi idea!
E' quanto mi è accaduto negli ultimi mesi, dopo che – a causa di un forte dolore ad un braccio – il mio medico di base mi ha prescritto delle radiografie.

Il "viaggio della speranza" è iniziato l'11 marzo 2019, quando, ancora fiducioso, chiedo la prenotazione dell'esame con l'impegnativa del medico: esame che mi viene fissato per il 26 aprile, a Cervia, benché io sia di Ravenna...

"Vabbè - mi dico - ho prenotato: è pur sempre una piccola certezza". E quando hai qualche problema di salute questo è un pensiero confortante... Ma mi sbagliavo! Dopo alcuni giorni mi arriva la telefonata dell'Ausl Romagna che mi chiede di spostare l'appuntamento al 6 maggio per "inderogabili sopraggiunte ragioni"... Con il mio dolore al braccio - nel frattempo diventato sempre più insopportabile - accetto "l'inderogabile" slittamento, convinto che sarebbe finita lì... Ma mi sbagliavo ancora. Nei giorni seguenti mi chiamano per spostarlo ancora... e poi ancora. Incredulo, di fronte all'ennesimo spostamento mi oppongo. Così vengo dirottato all'ospedale di Ravenna, dove – dopo mezz'ora di attesa – finalmente mi viene eseguito l'esame. Il referto? Vari giri a vuoto dopo, riesco ad ottenerlo: non era in portineria come mi era stato indicato, ma in radiologia...!".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.