“Camp estivi a prezzi esorbitanti in strutture pubbliche gestite da privati: gli assessorati competenti vigilino”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore

"Gentile redazione,

con l’arrivo dell’estate e la chiusura delle scuole si pone come sempre il dilemma su come impiegare le lunghe giornate libere dei nostri figli e su come lasciarli in mani sicure, soprattutto quando noi genitori siamo al lavoro e non ci sono familiari che possano prendersene cura. Una tendenza che si sta affermando negli ultimi anni è quella dei summer camp sportivi che, in molti casi, rappresentano occasioni di socializzazione ed educazione allo sport. Ma un’osservazione nasce spontanea: come è possibile che questi camp, molto spesso realizzati in strutture pubbliche, che le associazioni sportive dilettantistiche ricevono in affidamento a canoni estremante agevolati, vengano offerti alle famiglie a prezzi esorbitanti? Parliamo anche di 400-500 euro alla settimana! Non è forse il caso che gli assessorati competenti vigilino sulla gestione di queste strutture in relazione all’organizzazione di camp estivi di ogni genere e grado, e di ogni disciplina? Se sono realizzati in impianti di proprietà pubblica concessi a prezzi calmierati mi sembrerebbe logico che fossero offerti alla cittadinanza a prezzi calmierati perché non si creino delle palesi iniquità...".

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.