Il marketing fagocitato dal web, “Un rischio per le aziende”

Riceviamo e pubblichiamo.

"Gentile redazione,

ogni giorno da più parti si tenta di narrare che per marketing digitale e per marketing di innovazione si intenda solo ed esclusivamente un marketing operato via web.

Certo, la trasformazione digitale è e sta intervenendo in ogni settore, e il mondo dei media - stampa, cinema, tv, radio, affissione - ne è uscito per certi versi migliorato.

A titolo di esempio, nel mondo del cinema si è passati dalla pellicola ai file; nella radio, dai cd ai file; nel campo delle affissioni, si è passati dalla stampa con macchine roto offset alla stampa con macchine digitali, dalle affissioni statiche messe su dall’attacchino con il secchio della colla a quelle mobili programmate digitalmente; nel campo televisivo si è andati dai supporti magnetici ai file; nel mondo de giornali dalle bozze cartacee ai file. Inoltre è nato il web, un nuovo media, che di fatto è un nuovo “setaccio” di database.

Ma la rivoluzione digitale, come si può vedere, non è il solo web. Il marketing di innovazione è trasversale a tutti i mezzi di comunicazione. E un’azienda per comunicare in maniera efficace deve diversificare la sua strategia di marketing usando, e bene, tutti – o quasi tutti - i media, pena il progressivo indebolimento della sua immagine e la sua marginalizzazione.

Chi propugna l’idea che una strategia di marketing possa essere realizzata in toto attraverso il web sta facendo molto probabilmente i suoi interessi, ma non quelli delle aziende per cui presta la sua consulenza.

Altra follia molto diffusa in campo aziendale oggigiorno: trasformare il responsabile web in un responsabile marketing tout court, identificando in lui un innovatore onnisciente.

Il media mix è materia assai complessa e necessita di una profonda cultura tecnica in tutte le discipline dei media, non certo compensabile dalla conoscenza - anche ottima - di uno solo di essi, il web".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.