14 dicembre 2010 - Cervia, Cronaca

I cittadini promuovono i servizi comunali

Resi noti gli esiti dell'indagine statistica svolta a maggio

I cittadini del comune di Cervia hanno espresso un giudizio complessivamente positivo sui servizi offerti dall’ente pubblico.
Il dato emerge dall’indagine di ‘customer satisfaction’ condotta nel mese di maggio attraverso un questionario anonimo sottoposto agli utenti (cittadini, operatori, tecnici) che si sono recati nei vari uffici comunali.

Realizzata dal servizio CerviaInforma, l’indagine, condotta attraverso il coinvolgimento di facilitatori esterni (volontari delle associazioni della Consulta del Volontariato), aveva proprio l’obiettivo di “tastare” il grado di soddisfacimento del pubblico, verificare la qualità dei servizi erogati e la loro conoscenza, cogliere i nuovi bisogni della cittadinanza per poter procedere a un ulteriore miglioramento dei servizi.
Il sondaggio ha coinvolto complessivamente 607 utenti.

I quesiti
Nel questionario gli utenti erano invitati a esprimere un giudizio sulla qualità dei servizi offerti in relazione a:
       

  • accessibilità/comfort (segnaletica, tempi di attesa, comfort ambienti d’attesa);
  • rapporti con il personale (professionalità, chiarezza, cortesia);
  • conoscenza del sito internet;
  • apertura al pubblico (orari, giornate).

L’utenza
L’indagine ha inoltre permesso di “fotografare” l’utenza. Le 607 persone che hanno partecipato all’indagine sono:
per il 70% di nazionalità italiana, il 12% facenti parte di un paese membro UE, il 6% extra UE;
il 77% residente nel territorio del Comune di Cervia, il 17% proveniente da altri Comuni;
il 47% di sesso femminile, il 44% di sesso maschile;
oltre il 50% nella fascia di età da 36 a 45 anni (29%) e da 46 a 60 anni (26%), equivalenti gli utenti
nella fascia da 20 a 35 anni (21%) e maggiori di 60 anni (19%);
il 41% in possesso di licenza media superiore, il 17% in possesso di Laurea, il 16% in possesso di
licenza media inferiore e solo il 6% di licenza elementare;
il 30% sono lavoratori dipendenti, il 21% liberi professionisti, il 15% pensionati.

I servizi
Gli uffici maggiormente frequentati sono risultati essere i servizi deputati al contatto e alla relazione con il pubblico:
il servizio Cervia Informa (31%);
il servizio Servizi Demografici (26%)
il comando di Polizia Municipale (10%)
i servizi tecnici (9%)

I risultati
I risultati hanno evidenziato un giudizio complessivamente positivo sulla qualità dei servizi offerti dall’Ente. Infatti gli “abbastanza” sono il 45%, i “molto” il 41%, mentre gli “insufficiente” l’8% e solo il 6% di utenti non ha espresso alcun giudizio. 
Il giudizio sulla qualità dei vari fattori è stato il seguente:

  1. il tempo di attesa agli sportelli è valutato per il 55% positivo, mentre per il 29% si registra un giudizio non positivo;
  2. la cortesia e disponibilità del personale sono considerate positivamente dal 92% degli intervistati e non sufficiente solo dal 3%;
  3. la professionalità e competenza del personale è giudicata dal 90% positiva e non positiva dal 5%;
  4. la chiarezza delle informazioni fornite è giudicata favorevolmente dal 90% degli utenti contro una percentuale dello 7% di giudizio non sufficiente.
  5. Seguono:
    la facilità ad individuare i servizi forniti è considerato dall’88% degli utenti soddisfacente; 
    l’orario di apertura al pubblico, valutato positivamente dal 80% degli intervistati;
    il 40% ritiene più funzionale l’apertura al pubblico tutti i giorni;
    la modulistica è di semplice compilazione per il 80% degli utenti, contro una percentuale non positiva
    del 10%;
    il comfort degli ambienti riservati al pubblico con un giudizio positivo espresso dall’81% degli
    intervistati.

E’ stata rivolta anche una domanda sulla conoscenza del sito internet www.comunecervia.it, conosciuto dal 44% degli intervistati, mentre il 47% ammette di non conoscerlo.

“I dati raccolti – dichiara il direttore generale Maurizio Rossi - fanno emergere un panorama di sostanziale soddisfazione da parte degli utenti. Gli aspetti più apprezzati sono quelli relativi al fattore “umano”, cioè la competenza, la cortesia, la chiarezza delle informazioni, a conferma dell’importanza che riveste la risorsa umana come fattore determinante la qualità del servizio reso e la soddisfazione dell’utente. Ciò conferma la validità delle politiche intraprese dall’ente, che negli ultimi anni, ha investito sullo sviluppo e l’aggiornamento del personale, per renderlo non soltanto sempre più competente ed in grado di fornire risposte chiare e mirate alle richieste dell’utenza, ma anche sempre più consapevole del ruolo svolto e dell’importanza della soddisfazione dell’utenza come fine ultimo del proprio lavoro”.

“I risultati di questa indagine – dichiara il sindaco Roberto Zoffoli – non sono un punto di arrivo, ma un punto di partenza. Oggi infatti possediamo un insieme di informazioni, raccolte direttamente ascoltando i cittadini, che ci permettono di capire quali sono i nostri punti di forza e quali gli elementi critici. Su tutti dobbiamo lavorare, in quanto l’obiettivo dell’indagine è proprio quello di ascoltare e conoscere le esigenze degli utenti e il loro giudizio nei confronti dei servizi erogati dall’Amministrazione. Grazie a questa indagine possiamo già capire i miglioramenti e gli accorgimenti da apportare nella nostra organizzazione interna per essere sempre più vicini al cittadino, uno degli obiettivi primari di questa amministrazione. Un ringraziamento particolare va rivolto al servizio CerviaInforma che ha progettato e condotto l’indagine di custumer. In quattro anni il CerviaInforma, attivato per diventare il punto di riferimento del cittadino con l’Amministrazione, è cresciuto tantissimo e ancora è destinato a crescere”. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.