19 novembre 2009 - Cervia, Sport

Calcio, Cervia celebra i campioni del passato

Due aree dello Stadio dei Pini “Germano Todoli” intitolate a Baldisserri e Guidazzi

Domenica 22 novembre, due aree dello Stadio dei Pini “Germano Todoli” saranno intitolate a illustri calciatori cervesi.
 

La prima riguarda il piazzale esterno davanti allo stadio che sarà dedicato al calciatore Giandomenico Baldisserri, la seconda riguarda il vialetto laterale a ovest dello stadio che sarà intitolato a Virginio Guidazzi.
 

La proposta avanzata dall’associazione “Germano Todoli” per la difesa dello sport e della natura, è stata accolta dall’Amministrazione comunale e domenica avverranno le intitolazioni.
Il ritrovo è alle ore 10.45 nel piazzale davanti alla stadio. Saranno presenti il sindaco di Cervia Roberto Zoffoli, il presidente dell’Associazione Giovanni Camprini, il presidente del Cervia Calcio Claudio Bertozzi e il tifoso storico Bruno Masini.
 

Inoltre parteciperanno i familiari dei due calciatori, le squadre di calcio del Cervia sia campionato eccellenza che giovanili e numerose società sportive del territorio fra cui il Gruppo Podistico Cervese e il gruppo ciclistico “Aquilotti”.

Giandomenico Baldisserri detto “Gianni” (1938-1985), nato a Cervia, dopo aver esordito nel Cervia calcio, passa al Cesena in serie D e alla Spal in serie A. Gioca con la Reggiana in serie B. Nel 1960 vien convocato per la Nazionale Olimpica, poi nuovamente in serie A col Venezia. Chiude la sua carriera passando dal Pordenone, all’Imola e al Riccione.

Virginio Guidazzi detto “Ginèla” (1931- 1974), nato a Cervia, inizia la carriera nel Cervia calcio, passando poi al Ravenna in serie C, gioca col Parma in serie B, con la Sanbenedettese, col Barletta e con la Vis Pesaro in serie C.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018