28 agosto 2012 - Cervia, Cronaca

Cambio al comando del 15° Stormo, subentra il Colonnello Trozzi

Ieri, alla presenza del Comandante la Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Tiziano Tosi e delle più alte Autorità militari e civili locali, si è svolta la cerimonia del cambio di comando del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare tra il Col. Ludovico Chianese, Comandante uscente, ed il Colonnello Franco Trozzi, Comandante subentrante.

Il Colonnello Ludovico Chianese, al comando dello Stormo dall'ottobre 2010, porgendo il suo saluto alle Autorità convenute, ha voluto ripercorrere i due anni di comando dell'Ente romagnolo. Con la struttura del nuovo 15° Stormo, il personale, confluito principalmente dal 5° Stormo, dal Distaccamento Aeroportuale  di Rimini e dai Gruppi di volo di Pratica di Mare, si è trovato a gestire il passaggio dal gruppo di volo F-16 a quattro unità di volo dislocate su Trapani, Brindisi e Pratica di Mare (RM), oltre che su Cervia, e di “un Centro Addestramento Equipaggi ed una Squadriglia Collegamenti”. Il Colonnello Chianese ha poi richiamato gli impegni che lo Stormo affronta ogni giorno, come la gestione dei Servizi della Navigazione Aerea sull'aeroporto civile di Rimini, e le nuove, come “l'aquisizione di diverse filosofie manutentive legate al phase in del nuovo elicottero HH-139 e l'avvio del phase out, ancora in atto, dell'HH-3F”. Esercitazioni ma anche operazioni di soccorso reale per il trasporto di traumatizzati gravi, gli impegni durante il naufragio della Costa Concordia all'isola del Giglio, le alluvioni in Liguria, le nevicate in Emilia e Marche ed il recente sisma nella Regione. Lo Stormo è stato anche impegnato per garantire la “necessaria copertura – ha ricordato il Comandante uscente - per la ricerca e il soccorso agli equipaggi nazionali e alleati” durante l'Operazione “Unified Protector”. Nel completare il suo discorso, il Colonnello Chianese, ha voluto ricordare l'incidente occorso il 12 Giugno scorso: “Mantenere la prua in questo mare agitato no è sempre facile, soprattutto quando la sorte ci ha strappato dalla squadra un caro collega. Il tragico incidente occorso al Maresciallo Alessandro Musacchio ha addolorato e stordito tutti. Ma poi, uomini e donne del 15° Stormo, come sempre avete fatto, vi siete rialzati e avete ricominciato a correre con il piglio romagnolo ed il cuore italiano”.

Il Comandante uscente ha quindi augurato i migliori auspici per il prestigioso e delicato incarico al collega ed amico Colonnello Franco Trozzi. Il Colonnello Ludovico Chianese andrà a ricoprire l’incarico di Capo Divisione J7 presso lo Stato Maggiore del Comando Operativo Interforze (COI) a Roma.

Il Comandante entrante ha preso la parola ringraziando il Generale Tosi per avergli concesso di Comandare il 15° Stormo. Il Colonnello Trozzi si è, dunque, rivolto al personale dello Stormo: “Abbiamo d'avanti a noi grandi impegni, nuove sfide e significativi cambiamenti. Le risorse non sono quelle di un tempo, ma c'è una risorsa che proprio riducendosi nei numeri determina un rilevante aumento dell'importanza che riveste e soprattutto della qualità che deve necessariamente esprimere. Siete proprio voi. Come vostro Comandante – ha aggiunto – io sento l'obbligo morale di prendermi cura di questo bene così prezioso, con attenzione, con l'impegno e soprattutto con l'esempio”.

Il Generale di Brigata Aerea Stefano Fort, comandante del Comando delle Forze per la Mobilità ed il Supporto (comandante diretto del Colonnello Trozzi) ha ricordato gli sforzi sostenuti durante questi due anni: “impegno sia per gli aspetti logistici collegati al riposizionamento sulla dase di Cervia, sia nei complessi aspetti addestrativi collegati con il mantenimento delle qualifiche degli equipaggi sugli attuali aeromobili e l'introduzione in servizio del nuovissimo HH139, Un in bocca al lupo ad entrambi”.

Il Generale Tosi, a simbolo della vicinanza della Forza Armata ai Comandanti uscente e subentrante in questo importante momento della loro vita e della loro carriera, ha portato il saluto del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Giuseppe Bernardis. “La presenza di tutte le autorità civili e militari convenute è testimonianza dell'integrazione con il teritorio dello Stormo, soprattutto considerando che esso è relativamente giovane qui a Cervia”. Rivolgendosi al Reparto ed al Colonnello Chainese ha detto: “Ho voluto essere oggi qui per dirvi bravi di persona. Sono orgoglioso dell'ottimo lavoro che avete svolto e dei risultati conseguiti. Mi avete garantito la copertua SAR durante le operazioni in Libia e lo avete fatto con mezzi non allo stato dell'arte, mettendoci tutta la vostra professionalità.” Al Colonnello Trozzi ha assicurato la sua personale disponibilità durante il periodo di comando che si accinge ad affrontare e gli ha augurato buon lavoro: “Sono qui presenti molti ex-comandanti del Reparto e loro saranno i tuoi giudici severi e imparziali. Non sei qui per caso ma perché sei stato scelto. Utilizza, nel tuo operato, il buon senso del padre di famiglia, lo stesso che adoperi a casa, ed i tuoi uomini ti seguiranno.”

Il Colonnello Franco Trozzi giunge al comando del 15° Stormo dopo aver operato per circa 2 anni presso il Comando Squadra Aerea. In precedenza è stato impiegato prevalentemente presso unità di volo appartenenti al 15° Stormo, quali l’82° Centro di Trapani, l’85° Gruppo e l’81° Centro Addestramento Equipaggi di Pratica di Mare.
Ha svolto un incarico triennale in seno al Servizio di Soccorso Aereo della Missione Militare Italiana a Malta ed ha comandato la Task Force Air dell’aeroporto “AMIKo” di Djakovica in Kosovo, oltre ad aver preso parte alle missioni di Pace in Ex-Jugoslavia, Albania e Iraq.
Come pilota militare, ha all'attivo oltre 3500 ore di volo sui velivoli SF260, MB339A, NH500, HH3F, HH212.

L'Aeroporto di Cervia è sede del Comando del 15° Stormo, il quale, con i suoi Gruppi/Centri SAR dislocati anche sull'aeroporto di Pratica di Mare (RM), Brindisi e Trapani, garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo di velivoli militari in difficoltà. Lo Stormo concorre, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi. 

Il 15° Stormo, dalla sua costituzione ad oggi, ha salvato circa 7.000 persone in pericolo di vita.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.