13 febbraio 2015 - Cervia, Cronaca, Politica

Maltempo, Bonaccini: “Chiederemo al Governo lo stato di emergenza”

Il presidente della Regione, “E per il futuro una prevenzione da decine di milioni di euro”

Il presidente Bonaccini torna in Romagna e incontra sindaci, presidenti delle Province e associazioni di categoria. Presenti gli assessori Gazzolo e Corsini

 

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, l’assessore alla Difesa del Suolo Paola Gazzolo e l'assessore al Turismo Andrea Corsini sono tornati ieri in Romagna per fare il punto della situazione causata dal maltempo dei giorni scorsi insieme ai sindaci delle località colpite, ai presidenti delle Province e alle associazioni di categoria. Gli incontri si sono svolti a Comacchio, Lido di Savio, Cervia, Milano Marittima, Bellaria e Rimini.

 

“Abbiamo confermato i 5 milioni di euro stanziati dalla Giunta per gli interventi di somma urgenza – ha detto il presidente Bonaccini - Già da domani avremo tutti i dati dei danni dalle provincie colpite, censiti Comune per Comune. Chiederemo immediatamente lo stato di emergenza al Governo per accedere ai fondi per il ripristino dei danni causati alla parte pubblica”.

 

“Si ripartirà immediatamente e la Regione sarà a fianco di chi è stato danneggiato dalla furia del maltempo – ha aggiunto - Siamo consapevoli che la stagione turistica è alle porte e siamo convinti che il settore del turismo sia strategico per creare nuova occupazione”.

 

“Stiamo predisponendo un Piano quinquennale di interventi per la prevenzione al dissesto idrogeologico – ha assicurato  Bonaccini – A partire da quest’anno finanzieremo interventi sui territori e sulla costa per decine di milioni, perché in futuro si affronti la prevenzione e mai più l’emergenza”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018