7 ottobre 2009 - Cervia, Cronaca

I corsi di formazione “verde”

Successo per la lezione sugli illeciti ambientali promossa da CerviaAmbiente. I prossimi appuntamenti

Si è svolto il 6 e 7 ottobre nella sede della Fondazione CerviaAmbiente un corso organizzato da “formaAmbiente”, il settore formativo del sodalizio cervese nel campo del diritto ambientale.
 

La lezione sulle “procedure di accertamento degli illeciti di carattere ambientale, amministrativo e penale" ha visto la presenza di operatori di polizia municipale, provinciale e giudiziaria provenienti un po’ da tutta Italia (Val D’Aosta, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, ecc), spiegano i promotori.  Ed è stato certamente anche un valido elemento didattico per una folta delegazione della Pm di Cervia.
Il seminario formativo tenuto dall’avvocato Rosa Bertuzzi, consulente ambientale di grande fama,  si è concentrato su tutti i temi legati al rapporto tra illeciti e danni ambientali.
 

In particolare si è parlato del concetto di rifiuto al fine della tutela del territorio; della lotta all’inquinamento idrico, atmosferico, rumore, elettromagnetico, attività estrattive e risorse del sottosuolo; delle singole funzioni delle varie polizie giudiziarie; delle attività amministrative legate alla contestazione di un illecito; dell’illecito amministrativo ambientale e della responsabilità pubblica in questo caso.
Nelle prossime settimane si svolgeranno tre ulteriori corsi in Fondazione: il primo sulle emissioni in atmosfera; il secondo sull’autorizzazione integrata ambientale; il terzo sulla valutazione di impatto ambientale (VIA).
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.