22 aprile 2016 - Cervia, Cronaca

Movida a Cervia, incentivi per chi installa il fonometro

Firmata l’ordinanza sulla musica e quella balneare: ridotto l’orario degli happy hour di mezz’ora, si privilegia la musica soft

La giunta comunale di Cervia ha firmato l’ordinanza sulla musica e quella balneare: depotenziata la movida, si privilegia la musica soft, sport ed intrattenimenti di qualità per accrescere le opportunità turistiche del territorio.

  

La delibera sancisce alcuni principi cardine: la spiaggia sarà fruibile e gli stabilimenti balneari potranno stare aperti tutti i giorni, fino alle ore 24; alle 23 però dovranno cessare le attività rumorose, come musica, baby dance, od altro per evitare il disturbo alla quiete dei villeggianti dei vicini hotel e residenze, si potrà infatti diffondere solo musica di sottofondo fino a chiusura. Saranno inasprite le sanzioni per chi sgarra superando l’orario di chiusura o quello dello stop ai rumori; chi andrà oltre gli orari per la seconda volta perderà la possibilità di stare aperto alla sera per i successivi 15 giorni e per i recidivi lo stabilimento potrà essere chiuso anche di giorno. Resteranno confermate le classiche tre serate (Notte rosa, San Lorenzo, Ferragosto) dove i bagni potranno organizzare feste fino alle ore 3.00.

 

La volontà generale dell’amministrazione "è far si che in spiaggia si svolgano intrattenimenti musicali e sportivi di qualità, con volumi contenuti e principalmente con musica di atmosfera. Per tale ragione si prevede la possibilità di utilizzare durante tutto l’arco di apertura serale degli stabilimenti balneari diffusori di potenza inferiore o uguale  a 20 W RMS. Sarà inoltre possibile effettuare trattenimenti musicali dal vivo o riprodotti in fascia serale in deroga ai limiti di rumorosità stabiliti dalla zonizzazione acustica comunale per massimo 2 volta a settimana, di cui almeno 1 da collocarsi nei giorni che vanno dal lunedì al giovedì, allo scopo di garantire un sostegno da parte degli stabilimenti balneare a sviluppare servizi integrativi per favorire le presenze turistiche anche al di fuori del weekend.

Per quanto attiene le altre fasce orarie, in cui sarà possibile effettuare trattenimenti musicali dal vivo in deroga ai limiti di rumorosità, si è definita una fascia mattutina dalle 9,30 alle 13 ed una pomeridiana dalle 16,30 alle 20, quest’ultima ridotta di trenta minuti rispetto agli anni precedenti, al fine di garantire uno stacco temporale significativo dell’inquinamento acustico rispetto all’inizio della fascia serale".

Sempre in una logica di tutela della salute e della sicurezza degli individui in termini di inquinamento acustico lo stesso stabilimento balneare non potrà effettuare questa tipologia di trattenimenti musicali sia di pomeriggio che di sera e che complessivamente, fra attività giornaliere e serali, non potranno essere superiori a due per ogni stabilimento balneare.

Incentivi a chi installa il fonometro, strumento in costante collegamento con Arpae e Polizia Municipale in grado di misurare livelli acustici e orari: potranno terminare la musica alle ore 23.30, così come nella frazione di Pinarella e Tagliata dove la pineta fa da filtro acustico, previa valutazione d’impatto acustico e parere favorevole di arpae si potrà terminare la diffusione di musica alle ore 23.30.

Agevolazioni agli eventi di qualità e per la destagionalizzazione: la Giunta potrà però valutare anche limitate deroghe per programmi di grande qualità e grandi eventi turistici in particolare durante il periodo invernale e di bassa stagione, che dovranno però essere presentati entro il 15 giugno.

Ci saranno controlli maggiori in spiaggia, sia di giorno che di notte, per contrastare in modo straordinario l’abusivismo ma anche le normative acustiche ed igieniche. Nei prossimi giorni in particolare presenteremo il piano anti abusivismo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.