19 ottobre 2018 - Cervia, Eventi

Cervia: stagione teatrale 2018/2019,la presentazione

L'intento è quello di sottolineare una volta di più la vitalità e la dinamicità della sua offerta culturale

La nuova stagione

La virtuosa e longeva collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Cervia e il Centro di Produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri per la gestione, l’organizzazione e la direzione delle attività del Teatro Comunale sarà sancita quest’anno da una sorta di “nuovo inizio”.

La Stagione Teatrale 2018/19 parte infatti con lo stimolo dell’intitolazione della “bomboniera” teatrale cervese all’indimenticato Walter Chiari, artista che con il suo talento poliedrico è stato una colonna del teatro e dello spettacolo italiani e che, pur non essendo cittadino di Cervia, aveva eletto la città a sua seconda dimora.

La nuova Stagione del Teatro Comunale “Walter Chiari” di Cervia tenderà a sottolineare una volta di più la vitalità e la dinamicità della sua offerta culturale, percorrendo i binari di una proposta plurale nelle espressioni artistiche ma di assoluta singolarità nella qualità e nel prestigio degli spettacoli che la comporranno, puntando in particolar modo su nuove produzioni che alterneranno classicità e contemporaneità.

La Prosa

Il cartellone dedicato alla Prosa sarà inaugurato da un protagonista d’eccezione: Leo Gullotta in Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello. Seguirà Davide Enia con il suo nuovo spettacolo L’abisso, frutto della co-produzione di Accademia Perduta, Teatro di Roma e Teatro Biondo di Palermo. Poi ancora: Ornella Muti ed Enrico Guarneri ne La governante di Vitaliano Brancati; Antonio Catania, Nicolas Vaporidis e Maurizio Mattioli ne L’operazione di Stefano Reali; il Teatro Kismet di Bari in una rilettura di Teresa Ludovico di Anfitrione; Lello Arena e Giorgia Trasselli in Parenti serpenti di Carmine Amoroso.

Forti del consenso e della partecipazione delle scorse Stagioni Teatrali, sono confermati gli Incontri con gli Artisti, organizzati in collaborazione con il CRAL Comunale, che avranno luogo presso il Ridotto del Teatro nel pomeriggio del loro secondo giorno di permanenza a Cervia.

Il Teatro Comico

La rassegna di Teatro Comico partirà con un’anteprima nazionale: Giovanni Vernia ha infatti scelto il Teatro Walter Chiari per debuttare con il suo nuovo ‘one man show’ Vernia o non Vernia, questo è il problema; seguiranno Antonio Ornano con il divertentissimo Horny e Drusilla Foer nel recital Eleganzissima.

Le Favole

Il cartellone Favole sarà composto da tre rappresentazioni che, come da consolidata tradizione, andranno in scena nei sabato sera antecedenti il Natale. Tre serate in cui il palcoscenico del Comunale di Cervia sarà “invaso” dalla poesia, la musica, il “colore” e le emozioni propri del Teatro Ragazzi italiano, uno dei più apprezzati ed esportati al mondo. La rassegna comprenderà alcune produzioni di Accademia Perduta/Romagna Teatri grazie alle quali sarà sottolineato una volta di più il ruolo del Teatro cervese quale Centro di Produzione nell’ambito del Sistema Teatrale nazionale. Gli spettacoli proposti saranno Nico cerca un amico, Il gatto con gli stivali e Pinocchio. Viaggio tragicomico per nasi.

L’offerta per i più giovani sarà poi completata dalle matinée di Teatro Scuola con un cartellone di quattro titoli per il pubblico delle Scuole materne e tutti gli ordini e gradi di quelle dell’obbligo che comprenderà anche altre nuovissime produzioni di Accademia Perduta, tra cui lo spettacolo di Sandro Mabellini Raperonzolo, Sogni bambini di Ferruccio Filipazzi e Chi ha paura di Denti di ferro? di Danilo Conti.

Teatro dialettale

Immancabili, infine, gli appuntamenti con la grande tradizione del teatro dialettale - programmata nei venerdì sera dei mesi di novembre, dicembre e gennaio - che porterà sul palcoscenico sei commedie ricche di allegria e buon umore proposte da alcune delle compagnie più amate del nostro territorio.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.