7 aprile 2019 - Cervia, Eventi, Sport

Milano marittima: Svolto sabato 6 aprile il triangolare calcistico "In campo per la legalità"

In campo la nazionale magistrati, la nazionale dei prefettizi e la squadra del Ravenna festival

Si è svolto sabato 6 aprile allo stadio Germano Todoli di Milano marittima, il triangolare di calcio "In campo per la legalità" organizzato dall'hotel Rouge international, che ha visto scendere in campo la Nazionale Magistrati capitanata da Piero Calabrò, la Nazionale Prefettizi capitanata dal Prefetto di Ravenna Enrico Caterino, e la squadra del Ravenna Festival capitanata da Cristina Mazzavillani Muti, accompagnata per l'occasione dal maestro Riccardo Muti.

Alle 14,30 il calcio d'inizio è stato dato dal campione del mondo Antonio Cabrini e da Gianni Grandu per la città di Cervia. Fra le fila della Nazionale Magistrati spiccavano noi eccellenti, fra cui Alberto Nobili Procuratore aggiunto e capo del pool antiterrorismo di Milano, Claudio Castelli presidente della Corte d'Appello di Brescia, Roberto Spanò presidente della Sezione Penale del Tribunale di Brescia.

L'evento che replicava quello dello scorso anno, ha attirato molto pubblico, e potrebbe diventare un appuntamento con candenza annuale per Milano marittima. Per questo appuntamento sportivo, educativo e benefico era presente uno stand dell'Ail che raccoglieva fondi a favore della leucemia. La giornata è terminata con la cena di gala svolta all'hotel Rouge international. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.