18 aprile 2019 - Cervia, Eventi

Cervia. Il cielo più colorato di Arlecchino per Artevento

Migliaia di aquiloni di ogni forma e colore per 12 giorni

I colori sono pronti ad esplodere per la 39° edizione di Artevento!

Nel 1981 si chiamava “Cervia Volante”, ora ha un nuovo nome, ma la stessa passione: gli aquiloni!

SI tratta infatti della 39°edizione del Festival Internazionale dell’aquilone.

Artevento Festival è una delle manifestazioni dedicata agli aquiloni, più importanti al mondo e attira centinaia di artisti dell’aria dai cinque continenti.

Non mancherà l’opportunità di assaggiare pesce fritto, piadine ed il cibo della tradizione romagnola.
Dal 20 aprile al 1 maggio quindi tutti nel cervese fra la Spiaggia di Pinarella e il Magazzino del Sale.

Cervia capitale mondiale dell’aquilone

Ideato alla fine degli anni ‘70 dal pittore Claudio Capelli con l’obiettivo di riunire i migliori wind artists del pianeta, il Festival Internazionale dell’Aquilone ARTEVENTO è la prima manifestazione al mondo dedicata all’arte eolica. Fra i più famosi e longevi eventi internazionali del suo genere, inserito dall’autorevole fondazione americana Drachen “tra i 10 best kite festival al mondo, cui partecipare almeno una volta nella vita”, dal 1981 il festival celebra l’aquilone come oggetto d’arte, elemento spettacolare e strumento didattico, consacrando Cervia capitale mondiale dell’aquilone.

Arte performativa e visiva

Grazie allo sguardo visionario del suo ideatore, l’evento riflette fin dagli esordi il fascino di un’opera unica nel suo genere tanto che, nei primi anni ’80, il pioniere dell’aquilonismo contemporaneo Peter Waldron definisce quello di Cervia non un semplice festival ma un “pellegrinaggio”.
Alleata ideale del vento, la totale libertà espressiva garantita agli ospiti offre l’humus perché possa propagarsi fra gli artisti un dialogo originale e prolifico, che si esprime in estemporanei progetti collettivi modulati sulla contaminazione fra arti visive e performative: evento di culto per la sua magica atmosfera, il festival celebra la diversità e la filosofia della pace, l’elogio della creatività e il rispetto dell’ambiente.

La canzone dedicata all’evento da Lucio Dalla

“Garantendo agli artisti le condizioni ideali per esprimere al meglio la propria follia creativa, abbiamo trasmesso con naturalezza al pubblico il virus dell’aquilone, e ARTEVENTO è diventato prima di tutto un luogo dell’anima, in cui artisti e spettatori volano insieme sulle ali dell’immaginazione. Basta ascoltare il brano che Lucio Dalla dedicò al nostro festival nel 1985 (in “Lucio Dalla Marco di Marco” edito da Fonit Cetra) per cogliere quest’atmosfera: lo intitolò “Cervia’s kites”, gli aquiloni di Cervia, e nelle sonorità del suo clarino, oltre che della sua voce, vibrano eterni, incisi sul vinile, tutti i colori di ARTEVENTO.” (Caterina Capelli)

Ogni primavera 200 artisti ospiti in rappresentanza di 30 paesi del mondo si uniscono a migliaia di partecipanti spontanei, trasmettendo ai 200.000 spettatori della manifestazione un forte messaggio di pace. Uniti nella diversità, attraverso il tema principale dell’aquilone i protagonisti di questo grande festival delle culture diventano ambasciatori delle tradizioni del proprio paese, rappresentandone usi e costumi anche attraverso mostre, spettacoli musicali e rappresentazioni di teatro danza.

Il cielo come arlecchino

Migliaia di aquiloni di ogni forma e dimensione in volo simultaneo invitano grandi e bambini a starsene 12 giorni con la testa fra le nuvole e, mentre il cielo si dipinge di tutti i colori del mondo, la spiaggia si trasforma nel paese delle meraviglie… dalle aree di volo dedicate rispettivamente agli aquiloni d’arte, giganti, etnici, combattenti e acrobatici, fino alle installazioni dei “Giardini del Vento”, passando per i laboratori didattici, la fiera specializzata e l’area beach food, il Villaggio del Festival offre molteplici attrazioni e un programma di spettacoli ricco ed eterogeneo. Lungi dall’essere solo un gioco per bambini, l’aquilone rivela i suoi molteplici significati e seduce, per i motivi più diversi, sognatori di ogni età.

Dedicato a Ray

Il 39° Festival Internazionale dell’Aquilone è dedicato a Ray Bethell, leggenda del Multiple Kite Flying, e amatissimo protagonista di ARTEVENTO per molte sue edizioni. Osannato come un vero mito dal pubblico che l’ha visto esibirsi dal 2001 sulla spiaggia di Cervia, Ray è scomparso nella sua Vancouver il 18 Dicembre scorso all’età di 90 anni, lasciando un vuoto incolmabile nella comunità mondiale degli aquilonisti e nel cuore dei suoi fan.

A Ray Bethell, vincitore di 11 guinness dei primati, superstar dell’aquilonismo acrobatico per 40 anni, protagonista di un video dell’American Sport Illustrated Magazine e di un documentario vincitore nel 2005 del Tribeca Film Festival di New York… al grande campione, ma anche e soprattutto all’uomo e all’amico, al big daddy della world kite community ARTEVENTO dedica una serata speciale ambientata in Piazza Garibaldi a Cervia ed intitolata Romancing the Wind. In programma il 21 Aprile la serata prevede la tradizionale Cerimonia delle Bandiere e il servizio filatelico temporaneo di Poste Italiane attivato in loco per eseguire il 1°annullo postale di ARTEVENTO 2019.

Special guest

Giovane studente affetto da epilessia, avvicinatosi all’aquilonismo come terapia rilassante per alleviare l’ansia causata da questa malattia, Connor Doran deve la sua fama internazionale ad America’s Got Talent, cui ha partecipato nel 2011 classificandosi fra i 12 finalisti della 5° edizione, proprio con una performance di volo acrobatico indoor con il suo aquilone 4 cavi. Nativo di Bend nello Stato dell’Oregon, Connor ha tradotto l’attenzione mediatica velocemente acquisita grazie al celebre programma televisivo in un prezioso strumento per attirare l’attenzione sulla sua malattia, partecipando come testimonial a convegni tematici e contribuendo a diffondere informazioni al grande pubblico e a favorire campagne di raccolta fondi per la ricerca anche grazie alla sua partecipazione a numerosi eventi aquilonistici. Testimonial per l’occasione della Chelsea Hutchinson Foundation e accolto a Cervia con il patrocinio di LICE Lega Italiana Contro l’Epilessia, Connor partecipa per la prima volta al festival insieme all’inseparabile mamma Amy, pilota acrobatica lei stessa e protagonista di una celebre performance che la vede da anni intrattenere il pubblico degli eventi aquilonistici internazionali nei panni del personaggio di Charlie Chaplin Charlot.

Visita il sito web per conoscere il programma completo di ciascuna giornata cliccando qui.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.