10 luglio 2019 - Cervia, Cronaca

Tempesta a Milano Marittima: tanta paura e gravi danni, una donna è grave al Bufalini

Rimasta ferita durante il nubifragio, non sarebbe però in pericolo di vita

Tantissima paura diffusa anche via social, gravi danni alle cose e una donna ferita gravemente e trasportata al Bufalini. È il bilancio della violenta tempesta di acqua e vento che ha colpito Milano Marittima questa mattina, mercoledì 10 luglio. Molti i pini che sono stati sradicati e hanno distrutto le auto parcheggiate. Colpito anche un autobus i cui passeggeri sono però usciti indenni. Gravissimi anche i danni agli stabilimenti balneari, con ombrelloni e lettini scaraventati a decine di metri di distanza.

Il fenomeno

“Al momento – spiega il Centro Meteo Emilia-Romagna – rimane da valutare il fenomeno responsabile di tutti questi ingenti danni. Molto probabilmente, osservando le immagini, i danni sono riconducibili a un downburst, fenomeno pericoloso e relativamente frequente; esso consiste in forti raffiche lineari in uscita dal temporale, anche nell’ordine dei 100 Km/h o superiori. È ben diverso dalla tromba d’aria (o tornado, i due termini sono sinomini), in quanto quest’ultima si presenta con un cono vorticoso e la sua azione è tendenzialmente meno estesa rispetto al downburst”.

La tromba d’aria non è però esclusa a priori: “Osservando alcuni video e foto che ci avete inviato, potrebbe apparire plausibile la formazione di un tornado, eventualmente anche rapido nella sua evoluzione, che potrebbe aver contribuito ad accentuare l’impatto del temporale sul territorio. Ecco perché ad ora non è possibile fornire una risposta definitiva in merito, dato che sono necessarie ulteriori verifiche e non ci si può quindi, per correttezza, pronunciare con certezza”.

L’emergenza

Sul posto oltre sono intervenuti la Polizia Locale e le Forze dell’Ordine, oltre ai Vigili del Fuoco e ai tecnici del comune. L'amministrazione invita a prestare attenzione ad alberi o oggetti che potrebbero ancora essere pericolanti e agli ostacoli che si potrebbero trovare in strada e chiede inoltre di “non intasare le linee telefoniche e di chiamare solo per segnalazioni di emergenza”.

“Stiamo calcolando i danni. Ora la situazione è sotto controllo”, rassicura il Sindaco di Cervia Massimo Medri contattato dai maggiori organi d’informazione nazionali.

La paura sui social

Grande la paura che si è diffusa in pochi minuti su Facebook, dove in molti hanno pubblicato video del nubifragio e dei danni successivi. Eccone alcuni:

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.