20 agosto 2019 - Cervia, Cronaca

Prima scappa, poi si presenta in caserma e aggredisce i Carabinieri: prostituta arrestata

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cervia – Milano Marittima, nel corso di servizio perlustrativo per il controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza per i reati di “minaccia, violenza, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale”una 34enne prostituta rumena. Alle ore 23.30 circa, la pattuglia, nel transitare in zona Terme, ha controllato la ragazza la quale, consegnati i propri documenti di identità, ha inveito animosamente nei confronti dei militari e si è data alla fuga a piedi nelle vie adiacenti, dileguandosi.

Alle successive ore 02.30 circa, la donna si è presentata nella caserma di viale Matteotti, pretendendo la restituzione del documento, dapprima ingiuriando e minacciando gli operanti, quindi aggredendoli fisicamente con spinte e graffi. La 34enne è stata bloccata e 2 militari hanno riportato lievissime lesioni.

L’arrestata, trascorsa la notte in camera di sicurezza, nella mattina di ieri, lunedì 19 agosto, è comparsa davanti al giudice ravennate che ha convalidato l’arresto, patteggiando 6 mesi di pena.

Altri controlli 

Inoltre, i Carabinieri della Compagnia di Cervia – Milano Marittima, all’esito dei servizi per il controllo del territorio svolti nel fine settimana scorso hanno denunciato per “guida sotto l’influenza dell’alcol” un 22enne studente bolognese (1,77 g/l) e per “inottemperanza ordine uscita dallo Stato” un 30enne tunisino eun 32enne gambiano.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.