5 novembre 2019 - Cervia, Cronaca

Cervia: la Polizia Locale porta l’educazione stradale all’Istituto Alberghiero

Nelle classi il sistema Alcovista per spiegare alcol e droghe

La Polizia Locale di Cervia ha portato nelle classi il sistema Alcovista per spiegare alcol e droghe.

L’impegno della Polizia Locale di Cervia sul fronte della prevenzione, continua fra i banchi dell’I.P.S.E.O.A. Istituto Alberghiero “Tonino Guerra”, con un importante progetto di sicurezza stradale e legalità, ideato e dedicato alle classi quarte. L’attenzione è rivolta proprio a questa fascia di ragazzi, che si sta avvicinando alla maggiore età e al conseguimento della patente di guida.

Gli argomenti trattati dagli Agenti in classe sono estremamente attuali: la sicurezza stradale, in particolare il texting e la velocità, e l’uso di alcol e droghe.

Le tematiche affrontante e l’approccio utilizzato, hanno suscitato fin da subito nei ragazzi un vivo interesse che si è tradotto in una partecipazione e un livello di attenzione sempre molto alti, tanto da lasciare stupiti gli stessi insegnanti.

Il texting, ovvero l’uso dello smartphone alla guida, che porta alla distrazione, è oggi la causa principale di incidente stradale, insieme alla velocità, che ne è molto spesso concausa.

Una buona parte dell’incontro con i ragazzi è stato poi dedicato ad alcol e droghe, alla loro diffusione, ai loro effetti psico-fisici e sulla guida di un veicolo.

I ragazzi hanno anche potuto provare realmente gli effetti dell’alcol. Infatti gli Agenti hanno portato in classe il sistema Alcovista: sembrano semplici occhiali da sci, ma in realtà sono un sofisticato simulatore che riproduce lo stato di alterazione psico-fisica dovuto all’assunzione di alcol. I ragazzi sono rimasti increduli quando si sono resi conto della enorme difficoltà a eseguire anche le più semplici azioni quotidiane, dopo aver bevuto alcolici.

“Abbiamo scelto di offrire questo tipo di intervento nelle classi quarte non a caso – spiega il Comandante della Polizia Locale di Cervia Sergio Rusticali – ma proprio perché i ragazzi di questa età fra pochissimo saranno i nuovi utenti della strada ed è importante che capiscano rischi e conseguenze delle loro azioni. Metodologia e approccio con i ragazzi, sono stati studiati dai nostri Agenti in modo da catturare l’attenzione e l’interesse dei ragazzi per ottenere la massima efficacia. E gli ottimi risultati si vedono. Il nostro Gruppo di Educazione Stradale e alla Legalità lavora tutto l’anno per questo.”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019