28 novembre 2019 - Cervia, Spettacoli

“Saluti da Brescello” al Teatro Comunale Walter Chiari

Lo spettacolo domenica 1 dicembre

“Saluti da Brescello”

La Biblioteca Comunale di Cervia “Maria Goia” e la Polizia Locale del Comune di Cervia nell’ambito dell’Accordo di Programma con la Regione Emilia-Romagna sostenuto dalla L.R. 18/2016 propone al Teatro Comunale Walter Chiari di Cervia per domenica 1 dicembre alle ore 20,30 lo spettacolo SALUTI DA BRESCELLO del Teatro delle Albe / Ravenna Teatro. La rappresentazione - interpretata da Luigi Dadina e Gianni Parmiani con la drammaturgia e regia di Marco Martinelli – è con ingresso a offerta libera e il ricavato sarà devoluto a favore di ABC – Amici della Biblioteca di Cervia per finanziare le attività della biblioteca legate al Progetto Legalità.

Al termine dello spettacolo seguirà un dibattito moderato da Michela Lucchi con Donato Ungaro (giornalista e scrittore), Debora Galassi (responsabile prov.le di Libera), Marco Martinelli (regista e drammaturgo), Luigi Dadina e Gianni Parmiani (attori protagonisti dello spettacolo).

Lo spettacolo

Sulla scena le statue di Peppone e Don Camillo, quelle che si fronteggiano a grandezza naturale in Piazza Matteotti a Brescello, in provincia di Reggio Emilia. Sono lì dal 2001, opera dello scultore Andrea Zangani: Don Camillo sorridente, la chiesa di Santa Maria Nascente alle spalle, tonaca sacerdotale e cappello da parroco in testa, la mano destra alzata in segno di saluto, nella sinistra un libro, probabilmente il suo breviario; Peppone sul lato opposto della Piazza, il municipio alle spalle, fazzoletto al collo, la mano destra, che tiene il cappello, alzata in segno di saluto.

In Piazza si fronteggiano e si salutano; qui invece sono voltate entrambe verso gli spettatori e pare che stiano salutando proprio loro. O è un’illusione?

Saluti da Brescello parla di un’Italia che sta cambiando, di una regione che si credeva avesse tutti gli “anticorpi”, ma che non è risultata immune dalla corruzione.

Le statue di Peppone e Don Camillo raccontano, in un onirico dialogo notturno, la vicenda realmente accaduta a Donato Ungaro, vigile a Brescello licenziato senza giusta causa per le sue denunce sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel paese.

Il testo Saluti da Brescello è stato commissionato dal Teatro di Roma a Marco Martinelli per rappresentare l’Emilia-Romagna all’interno del progetto “Ritratto di una Nazione – L’Italia al lavoro”, curato da Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri, che ha debuttato al Teatro Argentina nel settembre del 2017.

Ingresso a offerta libera a partire dalle ore 20 e fino a esaurimento posti.

Raccolta fondi in favore di ABC – Amici della Biblioteca di Cervia per finanziare le attività della Biblioteca legate al Progetto Legalità.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.