8 gennaio 2020 - Cervia, Eventi

Cervia celebra il Giorno della Memoria: il programma degli eventi

Anche quest’anno Cervia ha organizzato diverse iniziative per celebrare il Giorno della Memoria, dedicato al ricordo della Shoah e delle persecuzioni razziali, il 27 gennaio di ogni anno.

Il programma

L’ 11 gennaio alle ore 16.00 in Biblioteca incontro  “Se questo è un uomo”: riflessioni sulla Shoah. Letture e riflessioni sul tema della Shoah, con la voce dell'attore cesenate Ilario Sirri e l'accompagnamento al pianoforte del maestro Pietro Beltrani.  A cura dell'Associazione ABC Amici della Biblioteca di Cervia.

Sempre in Biblioteca la mostra “Le leggi razziali in Italia: tra collaborazionismo e indifferenza” curata dall'Istituto Storico della Resistenza di Ravenna.

Dal 18 al 31 gennaio la Biblioteca comunale come ogni anno, allestirà una mostra di libri dedicati a “Le vittime della Shoah”. La visita alla mostra, rivolta in particolare alle scuole di Cervia, prevede anche letture di testi a cura del personale della Biblioteca con prenotazione  tel.0544-979384 – 979386.

Il 18 gennaio alle ore 16,30 nella Sala Rubicone inaugurazione della Mostra “Primo Levi a cent’anni dalla nascita”. Esposizione quadri di David Urbon Juan. La mostra a cura dell’Associazione culturale “Menocchio”, rimarrà aperta fino al 2 febbraio tutti i giorni dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Il 29 gennaio ore 16.00 nella Sala Rubicone incontro “Nonostante Auschwitz: discriminazioni, intolleranze e revisionismi”.  Interventi degli storici Giuseppe Masetti. Carlo D’Adamo,  Giampietro Lippi. Saranno presenti il Sindaco e l’Assessore alla pace Michela Brunelli. Musiche a cura di Bettina Della Maggiore. Soprano Veronica Ungureanu, Tenore Riccardo Lio, Baritono Gianandrea Navacchia, Pianista Cesare Goretta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.