10 febbraio 2019 - Cronaca

Si aggira per il centro con la bici rubata, denunciato

E' stato visto proprio dalla vittima del furto

Ricettazione

La Polizia di Stato ha denunciato un 19enne residente nel forese, per il reato di ricettazione.

L’altra sera un equipaggio della Sezione Volanti della Questura di Ravenna è intervenuto in via Ponte Marino, presso un ristorante ravennate, dove un giovane aveva richiesto l’intervento della Polizia perché aveva rinvenuto la propria bicicletta che gli era stata asportata alcuni giorni prima, da ignoti, mentre il ragazzo era a scuola.

Il derubato, che dimostrava la proprietà del velocipede attraverso una sorta di libretto con l’indicazione del numero di telaio della bicicletta, indicava ai poliziotti tre ragazzi che avevano in uso la bici rubata e che erano seduti ad un tavolo dell’esercizio commerciale.

Individuato grazie alle telecamere

Attraverso il sistema di videosorveglianza del ristorante gli agenti riuscivano ad individuare chi dei tre giovani aveva la materiale disponibilità della bicicletta, il 19enne, appunto, che è stato condotto in Questura dove è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di ricettazione.

Nella medesima circostanza uno degli altri due ragazzi in compagnia del 19enne, che nel corso del controllo dei poliziotti manifestava un certo nervosismo, è stato segnalato all’Autorità Amministrativa quale consumatore di sostanze stupefacenti perché ha cercato, inutilmente, di disfarsi di due involucri contenenti modica quantità di marjuana.

La bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.