27 febbraio 2020 - Cultura

L’Università non si ferma e riparte con la didattica online

Lezioni, esami e sedute di laurea a distanza

Dal 2 marzo tutti i 221 corsi di laurea si riattivano

L’Università di Bologna non si ferma davanti all’epidemia da Covid-19 e si prepara a ripartire grazie ad un imponente progetto sperimentale di didattica online.

Si comincia già oggi con le lezioni della Bologna Business School, mentre da lunedì 2 marzo riprenderà progressivamente l’attività di tutti i 221 corsi di laurea dell’Alma Mater: nel giro di 15 giorni la didattica dell’Ateneo tornerà a pieno regime. Sempre a partire da lunedì 2 marzo, inoltre, sarà possibile realizzare a distanza anche gli esami di profitto e le sedute di laurea.

Questa misura straordinaria nasce in accordo con il ministro dell’Università Gaetano Manfredi e con il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, per garantire che tutti gli studenti iscritti, anche quelli che non avranno ancora la possibilità di raggiungere le aule universitarie, possano riprendere a pieno il loro percorso accademico.

"L'insegnamento è il cuore dell'università e gli studenti ne sono l'anima: nonostante la situazione di emergenza, l'Alma Mater non ha intenzione di fermarsi", ha detto il rettore Francesco Ubertini. "L'Università di Bologna è un grande ateneo internazionale proiettato verso il futuro e ha le competenze e gli strumenti per proseguire la sua missione di trasmissione dei saperi anche attraverso la didattica online. Una misura straordinaria che siamo riusciti ad attivare in tempi rapidissimi, e per questo voglio ringraziare tutto il personale tecnico-amministrativo e tutti i docenti e ricercatori, che stanno compiendo grandi sforzi per garantire la prosecuzione regolare delle nostre attività. Si tratta di un importante passo avanti e ci auguriamo che, una volta superata l’emergenza, l'Alma Mater possa tornare al più presto a svolgere a pieno la sua missione di aggregatore sociale e non solo culturale, come ha auspicato il ministro Manfredi”.

Dettagli

Gli insegnamenti previsti per il secondo semestre sono circa 3.500. L’orario delle lezioni resterà invariato. Attraverso postazioni informatiche allestite nelle aule, i docenti trasmetteranno le lezioni in streaming utilizzando la piattaforma Microsoft Teams: gli studenti potranno seguire in remoto connettendosi attraverso gli applicativi messi a disposizione dall’Università. Oltre ad ascoltare e vedere il docente mentre fa lezione, gli studenti potranno anche vedere il materiale di supporto utilizzato e interagire con domande e commenti sia voce e che via chat.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.