16 dicembre 2010 - Economia & Lavoro

Romagna Acque chiude il 2010 in salute

Utili per circa 3,5 milioni

Si è svolta all’hotel San Giorgio di Forlì l’assemblea dei soci di Romagna Acque-Società delle Fonti Spa, alla presenza dell’82,68% dei soci.
Punti principali all’ordine del giorno, il preconsuntivo sul bilancio 2010 e il bilancio previsionale sul bilancio 2011. La relazione è stata svolta dall’amministratore delegato Carlo Pezzi e approvata dall’assemblea con un voto contrario e un’astensione.

Pezzi ha sottolineato che quello che si sta concludendo (e più in generale il bienno 2009-2010) è stato un anno di transizione per l’azienda, dato che stanno per concludersi in maniera “morbida”, anche operativamente, i numerosi aspetti legati alla concretizzazione del progetto Società delle Fonti Spa, e cioè al subentro di Romagna Acque nella gestione di tutte le fonti idropotabili della Romagna, anche in quelle precedentemente gestite da Hera Spa. Pezzi ha anche sottolineato la particolare situazione di incertezza legata al futuro delle Ato.
 
In generale, l’amministratore delegato ha sottolineato che il 2010 è stato un anno favorevole in termini di quantità di risorsa, ma sfavorevole per quanto riguarda la cessione della risorsa stessa. Complessivamente, sono stati ceduti circa 103 milioni metri cubi d’acqua, un dato inferiore rispetto a quello previsto a budget.
 
Il valore della produzione si assesta su circa 43 milioni euro. Si registrano ammortamenti per circa 18 milioni euro: in parte legati a nuovi investimenti, in parte all’acquisizione di fonti locali.
L’utile prima delle imposte, grazie anche all’andamento positivo della gestione finanziaria, si assesta sui 3,5 milioni di euro.
 
Rispetto al 2011, Pezzi ha segnalato la previsione della società di effettuare investimenti per circa 24 milioni euro. Il budget prevede anche la cessione di circa 105 milioni di metri cubi d’acqua, con un incremento previsto rispetto al 2010; e prevede di conseguenza un valore della produzione di circa 44,3 milioni di euro. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.