21 maggio 2010 - Faenza, Economia & Lavoro

Un faentino alla guida di Confartigianato Ceramica

Davide Servadei è stato eletto nell'assemblea nazionale dell'11 maggio

Davide Servadei è il nuovo presidente nazionale di Confartigianato Ceramica. Servadei, titolare, insieme alle sorelle Laura e Marta, della “Ceramica Gatti 1928”, è stato eletto l’11 maggio scorso.

“E’ un importante risultato anche per la Confartigianato dell’Emilia Romagna e per la Confartigianato della provincia di Ravenna - commenta l’associazione in una nota -, che hanno sostenuto e lavorato per l’elezione di Servadei, ma è un momento molto importante anche per Faenza, che ha un suo artigiano alla guida del settore ceramico della più grande organizzazione nazionale dell’artigianato”.

Rilancio e sostegno alle imprese che hanno come obbiettivo il rinnovo stilistico e l’apertura ai mercati senza dimenticare chi si fa carico di continuare la tradizione e importante attenzione dedicata alla formazione alla luce della modifica degli istituti d’arte, sono solo alcuni dei punti del programma che Servadei ha presentato con la sua candidatura.

“Sono onorato di questo incarico - afferma Servadei - voluto con il preciso intento di dare il mio contributo per migliorare quelle che sono le attuali criticità della ceramica nonostante il momento economico non certo favorevole. Penso comunque che da sempre  sia tradizione dell’artigianato artistico trovare nei tempi di crisi nuova forza e rinnovo e sono certo che con il supporto di Confartigianato e la collaborazione di tutti i miei colleghi, si creeranno i giusti presupposti per condividere e realizzare iniziative concrete su temi che dovranno sostenere il rilancio del settore”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.