30 giugno 2016 - Faenza, Cronaca

Il nuovo questore di Ravenna incontra l'Unione della Romagna Faentina

Eugenio Russo sostituisce il questore Mario Mondelli, in pensione

Il nuovo Questore di Ravenna Rosario Eugenio Russo ha incontrato l'Unione della Romagna Faentina. L'incontro si è svolto nello studio del sindaco Giovanni Malpezzi. 

All'incontro erano presenti oltre al Questore Russo e al sindaco Giovanni Malpezzi, Nicola Iseppi (sindaco di Casola Valsenio), Alfonso Nicolardi (sindaco di Riolo Terme), Fabio Anconelli (sindaco di Solarolo), Daniele Meluzzi (sindaco di Castel Bolognese), la dirigente del Commissariato di Faenza, il vice Questore Aggiunto, Silvia Gentilini, l'assessore alla sicurezza, Andrea Luccaroni e il dirigente della Polizia Municipale dell'Unione, Paolo Ravaioli.

Il sindaco Malpezzi ha dato il benvenuto dell'Unione al nuovo alto dirigente ricordando la vicinanza delle istituzioni politiche e della popolazione alla Polizia di Stato.

Rosario Eugenio Russo è nato a Catania nel 1956. è laureato in giurisprudenza e in Polizia dal 1981 è stato assegnato a Verona dove da dirigente della Digos si è occupato dello scioglimento del movimento Fronte Nazionale di ideologia neofascista con l’arresto del brigadista 'nero' Franco Freda oltre ad aver decapitato il Veneto Serenissimo Governo. Promosso a dirigente ha ricoperto incarichi a Brescia e poi Rovig come Questore dal 2010.  Sostituisce il Questore Mario Mondelli in pensione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.