6 settembre 2016 - Faenza, Lugo, Sanità

Stop ai cesarei programmati a Lugo, "l'Ausl ritorni sui suoi passi"

I sindaci dell'Unione della Bassa Romagna d'accordo con i sindacati

“Siamo d’accordo con la posizione assunta dai sindacati nel ritenere grave e preoccupante la decisione di dirottare i parti cesarei programmati e altre casistiche considerate a rischio presso presidi ospedalieri diversi da quelli di Lugo e Faenza". I sindaci dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna intervengono in merito al comunicato stampa diffuso dai sindacati Cgil, Cisl e Uil sul nuovo protocollo sull’assistenza alla nascita che dirotta i parti cesarei programmati e altre casistiche considerate a rischio presso presidi ospedalieri diversi da quelli di Lugo e Faenza.

"Siamo inoltre molto preoccupati - spiegano i sindaci - per l’atteggiamento assunto dalla Direzione dell’Ausl della Romagna, che non ha condiviso con i sindaci del territorio una decisione così importante: questo ovviamente ha impedito l’apertura di un tavolo di confronto e discussione".

"Auspichiamo fortemente che l'Ausl ritorni sui suoi passi - hanno aggiunto il presidente dell’Unione Luca Piovaccari e il vice presidente Davide Ranalli -, aprendo un vero dialogo con le amministrazioni locali, gli operatori e le loro rappresentanze, per ripristinare fin da subito un metodo di confronto continuo e trasparente tra tutte le parti, indispensabile per governare al meglio l'attuale passaggio relativo al riordino della rete ospedaliera”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.