7 aprile 2017 - Faenza, Sanità

Un nuovo ecografo per l'ospedale di Faenza

Una donazione della Banca di Credito Cooperativo Ravennate e Imolese

La Banca di Credito Cooperativo Ravennate e Imolese sede di Faenza, ha donato un secondo ecografo portatile munito di carrello e stampante all’U.O. Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza dell’ospedale di Faenza.

L'attrezzatura multifunzionale dotata di tre sonde, consentirà di effettuare l’ecografia cardiaca, addominale, toracica e dei tessuti molli, permettendo di integrare la visita medica con informazioni importanti sulla presenza o meno di patologie acute.

"L’attenzione e la sensibilità che il Credito Cooperativo Ravennate ed Imolese ha dimostrato in questi anni nei confronti dell’ospedale di Faenza ed in particolare del Pronto Soccorso è stata elevata - si legge in una nota di Ausl Romagna - e si è concretizzata in donazioni che hanno rappresentato opportunità di sviluppo e miglioramento per L’U.O. di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza.

Si ricordano in particolare i manichini Simulearn nel 2007, utili strumenti per la formazione del personale, e un primo ecografo multifunzionale, donato nel 2012, che ha permesso la sostituzione di una attrezzatura obsoleta presente nel Pronto Soccorso".

La nuova acquisizione del secondo ecografo, donato oggi, consentirà ai medici che lavorano negli ambulatori, di non dover spostare lo stesso apparecchio da un locale all’altro, rendendo più funzionale ed efficiente il lavoro per i pazienti e gli operatori.

"Ciò in prospettiva dell’apertura del nuovo Pronto Soccorso, assume un significato maggiore, in quanto nella nuova struttura vi saranno spazi più idonei per l’attesa dei pazienti, per le visite e per la gestione complessiva dell’iter diagnostico terapeutico".

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.