21 aprile 2017 - Faenza, Cronaca

Ancora odori molesti negli uffici del Commissariato, si scandagliano i tombini

I miasmi ricorderebbero "l'acetone"

Sono rimasti chiusi dalle 8,30 alle 10,30 gli uffici del commissariato di Polizia di Faenza: la causa risiede ancora nei cattivi odori che da anni, saltuariamente, flagellano l’area, con agenti che – a volte – sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari.

L’allarme è stato dato mercoledì notte e immediatamente sono scattati i controlli da parte di Vigili del fuoco, Hera e Arpae (l’Agenzia regionale per l’ambiente).

Nei giorni scorsi erano state chiuse le condutture che portano a fognature e canali sotterranei, ma evidentemente neanche questa mossa è servita a risolvere il problema, che costituisce ancora un giallo per la città. Da dove traggano origine i miasmi, infatti, non è stato ancora chiarito. Secondo le testimonianze il cattivo odore questa volta ricorderebbe “l’acetone”. I campioni di liquido prelevati dai tecnici di Arpae sono stati inviati al laboratorio di Ravenna e tra una quindicina di giorni si conosceranno i risultati.

 

“La situazione è insostenibile”, spiega il consigliere regionale della Lega Nord Andrea Liverani, che annuncia un’interrogazione alla Giunta. “Per risolvere questo problema - spiega l’esponente del Carroccio - non è bastato l’intervento congiunto di Vigili del Fuoco, Hera e Arpae, che hanno effettuato nuovi prelievi dai tombini. La Regione deve spiegarci come sia possibile che una zona in cui è presente una struttura come un commissariato di Polizia, con le fondamentali funzioni che deve svolgere, si trovi in condizione di invivibilità”. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017