20 novembre 2017 - Faenza, Cronaca

Ruba lamette, un profumo e alimenti al supermercato, arrestato 50enne

A Faenza

I carabinieri hanno arrestato con l’accusa di “rapina impropria” un 50enne senza fissa dimora originario del Marocco, che dopo aver rubato della merce al supermercato, per guadagnare la fuga ha spintonato un addetto alla sorveglianza. Insieme a lui è finita nei guai anche una sua conoscente che è stata denunciata perché lo ha aiutato a fuggire con la refurtiva dandogli un passaggio sulla propria auto.

 

L’episodio è avvenuto domenica sera in via Malpighi. Un addetto alla sorveglianza ha notato un uomo che si stava aggirando con atteggiamento guardingo nelle corsie del supermercato e lo ha tenuto d’occhio per osservare i suoi movimenti. Quando ha visto che quell’individuo aveva cominciato a nascondere sotto il giubbotto vari prodotti prelevati dagli scaffali, si è posizionato in prossimità dell’uscita.

 

In realtà il ladruncolo ha esibito alla cassa soltanto una spugnetta da cucina pagandola poco più di un euro, perciò l’addetto alla vigilanza lo ha fermato per convincerlo a tirare fuori i prodotti che aveva nascosto sotto il giubbotto. Il ladro a quel punto ha rifilato un violento spintone al dipendente del supermercato ed è scappato di gran carriera raggiungendo il parcheggio, dove è salito su una Yaris con alla guida una donna che evidentemente era rimasta fuori ad attenderlo. Fortunatamente l’addetto alla sorveglianza è riuscito a scorgere il modello dell’auto e le iniziali della targa che ha comunicato alla centrale operativa dei carabinieri.

 

L’operatore del 112 che ha ricevuto la chiamata ha effettuato degli accertamenti al terminale ed alla fine è riuscito a risalire alla targa completa dell’autovettura da ricercare nonché all’indirizzo della proprietaria, una 59enne faentina abitante poco distante dal supermercato. Quando la donna è arrivata a casa, ha trovato i carabinieri che la stavano aspettando. La signora ha raccontato ai militari che poco prima aveva dato un passaggio ad uno straniero “senzatetto” suo conoscente, a cui di tanto in tanto dava un aiuto sapendo il suo stato di indigenza. La donna, però, ha negato di essere a conoscenza del furto che quell’uomo aveva messo a segno nel supermercato, e ha spiegato che il suo amico si era fatto accompagnare nelle vicinanze dell’ospedale di Faenza.

 

Due carabinieri del radiomobile, dopo aver raccolto anche la descrizione dell’autore del furto, hanno subito capito di chi poteva trattarsi perché negli ultimi tempi più volte lo avevano allontanato dalla zona vicino l’ospedale nel corso dei servizi antidegrado, e si sono precipitati subito nel parco pubblico “del tondo” dove lo hanno trovato ancora in possesso della merce che aveva rubato, fra cui alcune lamette da barba, un profumo da uomo e generi alimentari del valore complessivo di poco superiore alle 40 euro.

 

L’uomo è risultato essere un 50enne originario del Marocco, regolare sul territorio nazionale ma senza fissa dimora, inoltre alla banca dati delle forze dipolizia risultavano sul suo conto una sfilza di condanne e di denunce per reati contro il patrimonio commessi prevalentemente a Faenza.

 

Per lui è scattato l’arresto per “rapina impropria” ed è stato trattenuto per la notte in camera di sicurezza, invece la donna che gli ha dato il passaggio è stata comunque denunciata per “furto aggravato in concorso”.

 

Nella mattinata odierna, il giudice ha convalidato l’arresto e poi ha concesso i termini a difesa quindi il processo è stato rinviato. Nel frattempo il 50enne è stato rimesso in libertà, ma su ordine del giudice dovrà presentarsi tutti i giorni in caserma dai carabinieri per l’obbligo di firma.  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017