27 febbraio 2018 - Faenza, Cronaca

"A Faenza scuole aperte", e nevicano insulti sul sindaco Malpezzi

Nuova polemica su Facebook. Ma c'è chi non ci sta: "Commenti disgustosi", "Spero partano querele"

Da questo punto di vista, Facebook è ormai una certezza. Ieri sera alle 21.15 sulla propria pagina (e su quella ufficiale del Comune), il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi annunciava che l'indomani le scuole sarebbero state aperte. Decisione in contrasto con quella presa dai sindaci di città limitrofe. Immancabili le reazioni degli utenti, che nella maggior parte dei casi non l'hanno presa bene, e come sempre più spesso accade sul social network di Zuckerberg sono partite, anziché interazioni più o meno civili, offese e insulti rivolti al primo cittadino, a centinaia. Moltissimi i giovani studenti partecipanti, tra cui qualcuno che propone addirittura il lancio di uova verso l'abitazione del sindaco. 
Non mancano certo i commenti contrariati ma pacati: "La maggior parte degli studenti delle scuole di Faenza vengono da altri paesi, è un rischio anche solo salire sul bus", e c'è chi ci scherza su: "Raga, a 500 commenti scuole chiuse". 

 

Tutto questo mentre c'era chi disapprovava la decisione (opposta) presa dal Comune di Ravenna, come riassume un altro utente: "Comunque qui tutti a lamentarsi del fatto che le scuole devono essere chiuse perché 10 cm sono tanti, nella pagina del sindaco di Ravenna si lamentano dicendo che devono essere aperte perché 10 cm sono pochi. Allora è proprio vero che le dimensioni non contano, l'importante è lamentarsi sempre!"

Tag: facebook

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.