6 dicembre 2018 - Faenza, Cronaca

Usava un disco orario motorizzato per non pagare i parcheggi, scovata una donna

Inoltre la polizia ha trovato della marijuana nella macchina di un 19enne coinvolto in un incidente

Il lavoro della polizia 

Lo spirito d’osservazione degli agenti della polizia locale dell’Unione della Romagna Faentina è costato cara a due automobilisti di Castel Bolognese.

Il primo automobilista

Una donna del 1976 denunciata all’autorità giudiziaria per truffa aggravata come “furbetta della sosta”.

In un parcheggio in centro città l'automobilista è stato scoperto con un ingegnoso disco orario motorizzato posto all’interno della propria auto in sosta.

Il "particolare dispositivo"

Durante il controllo un agente in servizio a Castel Bolognese ha notato che presentava sul cruscotto un particolare dispositivo che, grazie a un motorino collocato dietro il cartoncino-indicatore del disco orario, spostava automaticamente in avanti la lancetta del disco orario come un orologio.

Un modo per aggiornare continuamente l'ora di arrivo negli stalli di sosta e consentire così una sosta indisturbata per lunghi periodi.

Il secondo automobilista

Il secondo caso invece riguarda un ragazzo di 19 anni, coinvolto in un incidente stradale,sempre a Castel Bolognese.

In questo caso la pattuglia dei vigili manfredi intervenuti per i rilievi del sinistro ha “scovato” all’interno del veicolo uscito di strada, occultati in una portiera, alcuni grammi di marijuna.

La droga è stata immediatamente sequestrata ed è partita la segnalazione al Prefetto del ragazzo a cui è stata immediatamente ritirata anche la patente di guida come previsto dalle norme.

Due future espulsioni dal territorio nazionale 

Nei giorni scorsi poi, in pubblico esercizio a Faenza, in prossimità di via Naviglio sempre la Polizia Municipale aveva rintracciato, in due occasioni distinte due extracomunitari, con diversi precedenti per spaccio di stupefacenti non in regola con le norme sul soggiorno  sul territorio dello Stato, per entrambi è scattata la denuncia in stato di libertà per tali violazioni e le segnalazioni del caso per avviare le procedure di espulsione dal territorio nazionale. 
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018