11 agosto 2019 - Faenza, Cronaca

Evade dalla comunità e finisce in carcere

Arrestato dalla Polizia di Stato

Responsabile di furto e tentato furto aggravato anni fa

La Polizia di Stato ha arrestato un 36enne originario di Trapani, domiciliato a Faenza per i reati di furto e tentato furto aggravato.

Nel 2015 e nel 2017, a Erice (TP), si rese responsabile, rispettivamente di un furto e di un tentato furto aggravato, per i quali ha riportato condanna con la misura alternativa alla detenzione carceraria con la permanenza, fino al 2 novembre 2020, presso una comunità terapeutica di Faenza.

Dopo essersi allontanato dalla Comunità il 2 maggio scorso, violando gli obblighi impostigli dall’Ufficio di Sorveglianza di Bologna, venendo poi ricoverato presso l’Ospedale di Faenza per assunzione di sostanze stupefacenti, e un’evasione dalla stessa comunità, commessa il 3 agosto scorso, quando venne arrestato da personale dell’Arma dei Carabinieri che lo aveva identificato all’interno di un bar del centro faentino, l’Ufficio di Sorveglianza di Bologna ha revocato i benefici che a suo tempo vennero concessi al 36enne disponendo che lo stesso venisse trasferito presso la più vicina Casa Circondariale.

Ieri pomeriggio gli investigatori del Commissariato di P.S. di Faenza hanno dato esecuzione al provvedimento restrittivo e dopo le formalità di rito lo hanno condotto alla Casa Circondariale di Ravenna dove resterà sino al prossimo 2 novembre.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.