23 ottobre 2019 - Faenza

L'istituto tecnico Oriani di Faenza dice stop ai cellulari in aula

La decisione dopo oltre un mese di prova

A più di un mese dalla ripresa delle attività didattiche dopo la pausa estiva, all’Oriani di Faenza il suono della campanella, oltre a segnalare l’inizio delle lezioni, coincide con il deposito di smartphone e altri device in apposite custodie non solo durante le ore di lezione ma anche nel corso degli intervalli, delle ore di laboratorio e in palestra.

Sono queste le nuove direzioni dell'istituto tecnico faentino, aggiornate anche sul regolamento di istituto date dal dirigente scolastico, Fabio Gramellini,  che ha condiviso con i docenti la scelta.

Se negli anni passati all'Oriani il cellulare era consentito in alcuni momenti, durante gli intervalli e nelle ore di laboratorio e in palestra, dal nuovo anno 2019-2020 il cellulare sarà possibile solo ed esclusivamente per motivi didattici, su permesso dell’insegnante. 

A rafforzare la scelta dell'istituto Oriani un recente studio sulle dipendenze effettuato su un campione di 500 ragazzi; ebbene è emerso che lo smartphone viene osservato mediamente 70 volte al giorno con picchi fino a 110 volte, distogliendo l'attenzione dal mondo reale e concentrandosi su una realtà virtuale. 

Tag: scuola

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019