31 ottobre 2019 - Faenza, Cronaca

A scuola con sostanze stupefacenti, beccati due ragazzi

Spaccio e droga in classe: continua l’operazione “Scuole Sicure”

L’azione della polizia locale

Operazione "Scuole Sicure":  continua a Faenza il monitoraggio di tutti gli istituti di scuola secondaria, contro lo spaccio e il consumo di droga tra gli studenti.
Il Controllo degli agenti della polizia locale dell'URF, all'entrata e all'uscita dei ragazzi, viene eseguito, in maniera sistematica, sia con pattuglie in borghese che in uniforme un paio di volte alla settimana, e, a rotazione, riguarda tutti gli istituti secondari presenti in città. Faenza infatti è una delle città individuate dal Viminale per partecipare al progetto che ha lo scopo di limitare la diffusione degli stupefacenti tra gli studenti delle scuole superiori
L'attività messa in essere dalla polizia locale manfreda è quella di un'azione di controllo semplice, basata sull'osservazione dei fatti e sulla presenza in loco.  Non è insomma un'attività investigativa complessa al fine di risalire alle fonti ed alle dinamiche del grande spaccio, ma un controllo immediato davanti alle scuole, al fine di dissuadere i ragazzi a recarsi in aula con stupefancenti e cercarne così di limitare il consumo tra gli stessi.

La presenza degli agenti, subito notata dagli studenti, ha avuto però, immediatamente delle risonanze altamente positive anche tra i genitori. La presenza dei vigili infatti  è un deterrente non solo contro gli spacciatori ma anche contro altri fenomeni come il bullismo e i furti all'esterno degli edifici scolastici, ed è vista come elemento che contribuisce a rassicurare studenti e genitori.

Gli esiti dei controlli

In questa settimana gli agenti hanno provveduto al controllo di una decina di studenti, al sequestro di 4 grammi di stupefacente e alla segnalazione di due studenti, uno maggiorenne e uno minore alla prefettura come consumatori, perchè sorpresi con dello stupefacente davanti ai rispettivi istituti, la polizia locale ha anche identificato, in questi controlli, alcuni giovani già segnalati per violazione inerenti agli stupefacenti che stazionavano abitualmente all'uscita delle scuole pur non frequentando gli istituti,nei confronti di detti giovani saranno eseguiti controlli più approfonditi se verranno ancora sorpresi senza alcun motivo a stazionare davanti alle scuole mentre escono gli studenti.

Nei controlli poi sono incappati anche alcuni studenti minorenni che avevano "marinato le lezioni per fumarsi qualche canna in compagnia". In questi casi gli studenti sono stati identificati e riconsegnati agli esercenti la patria potestà che sono stati informati delle cosa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019