13 novembre 2019 - Faenza, Cronaca

Continuava a spacciare nonostante gli arresti domiciliari: giovanissimo tradito dall'odore di marijuana in casa

È stato il forte odore di marijuana proveniente dalla camera da letto a tradire un faentino 18enne, arrestato nella nottata di ieri, martedì 12 novembre, dai Carabinieri di Faenza Borgo Urbecco. I militari stavano procedendo al controllo degli arrestati domiciliari a casa del giovanissimo, già arrestato precedentemente per stupefacenti e sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Faenza e all’obbligo di permanenza in casa tutti i giorni dalle 20 alle 6.

Il ragazzo era presente in casa, ma dalla sua camera da letto proveniva un forte odore di marijuana, cosa che ha fatto procede i militari dell’Arma a una perquisizione domiciliare. I Carabinieri hanno trovato la droga suddivisa in sacchetti di cellophane contenenti complessivamente 200 grammi di marijuana e 2 pastiglie del tipo ecstasi MDMA con impresso il logo Donkey Kong. Inoltre, sono stati ritrovati anche 250 euro in contanti suddivisi in banconote da 50 e 20 euro, frutto dell’attività di spaccio.

Il ragazzo è stato tratto in arresto e collocato agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, come disposto dal pm di turno, Dott.ssa Cristina D’Aniello. Al termine della direttissima l’arresto è stato convalidato e sono stati chiesti i termini a difesa il 10/12/2019 ed è stata comminata la misura dell’obbligo di firma due volte la settimana presso la Caserma dei Carabinieri di Faenza Borgo Urbecco.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.