11 gennaio 2020 - Faenza

Faenza, topo d'auto ripreso dalla telecamera di sicurezza del mezzo derubato

Denunciato per furto aggravato

La Polizia Locale dell’Unione della Romagna faentina ha denunciato un 36enne originario del Marocco perchè ritenuto responsabile di un furto commesso a novembre all'interno dell'abitacolo di un'automobile. Quella sera il mezzo era stato parcheggiato nei pressi di un ristorante faentino. Un ladro aveva rotto un finestrino e portato via un apparecchio eletronico custodito al suo interno. L'autovetura però era dotata di una telecamera di sicurezza che aveva registrato praticamente tutte le scene del furto. Se il viso non era molto nitido la bicicletta sulla quale si trovava il topo d'auto si vedeva molto bene. Il proprietario dell'auto aveva poi presentato denuncia alla polizia locale dell'Unione della Romagna faentina. Gli agenti da alcuni particolari della bicicletta sono risaliti al proprietario, uno straniero che però non corrispondeva ai tratti somatici del ladro. L'uomo era stato convocato al comando dei vigili e messo alle strette aveva spiegato che la bici proprio la sera del furto era stata prestata a un 36enne suo connazionale. I vigili hanno poi verificato che proprio il 36enne, dopo qualche giorno, si era rivolto al pronto soccorso dell'ospedale di Faenza per farsi curare una mano ferita probabilmente mentre forzava l'auto. Partite le ricerche dell'uomo nessuna traccia in città. E' così stato denunciato per furto aggravato e inoltre la Procura ha emesso un provvedimento di ritraccio su tutto il territorio nazionale.

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.