L’allarme di Coldiretti: “Mentre manca il 40% della pioggia attesa, sulle colline arriva la grandine”

La siccità e le perturbazioni violente mettono a rischio le coltivazioni di albicocchi tra Brisighella e Casola Valsenio

Grande preoccupazione tra gli agricoltori per l’aggravarsi dell’allarme siccità, a cui si è unita oggi, martedì 11 febbraio, l’arrivo di una perturbazione che ha portato, invece dell’attesa pioggia, grandine sulle colline. Con le precipitazioni in calo del 40% rispetto alle attese, il bombardamento di grandine ha messo a rischio, come riporta Coldiretti, le coltivazioni di albicocchi tra Brisighella e Casola Valsenio.

La grandine sugli alberi di albicocche
La grandine sugli alberi di albicocche

Al momento sono in corso le verifiche degli agricoltori locali, invitati dalla stessa Coldiretti a segnalare danni al fine di delineare con precisione il territorio colpito, operazioni indispensabile per accertare le eventuali perdite economiche e fondiarie subite con la conseguente individuazione dei benefici di legge applicabili.

I commenti

Nicola Grementieri, Presidente Coldiretti per il Comprensorio dell’Alto Faentino sottolinea: “Confidavamo in questa perturbazione per ‘dare respiro’ alle riserve idriche e quindi alle coltivazioni, già provate dalla forte siccità e invece, al danno, si aggiunge la beffa della grandine di marzo e del clima pazzo col quale gli agricoltori, ormai da anni, sono costretti a fare i conti”.

“Non è certo un buon inizio di annata dal punto di vista climatico – gli fa eco il Presidente provinciale Coldiretti Nicola Dalmonte  – gli sfasamenti stagionali sono un problema sempre più serio con conseguenze devastanti sui cicli delle colture, sulla gestione delle acque e sulla sicurezza del territorio, tutti aspetti che finiscono col colpire direttamente chi vive d’agricoltura e per i quali servono politiche serie di prevenzione e programmazioni adeguate”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.