6 agosto 2019 - Brisighella, Economia & Lavoro

Pane appena sfornato. Una storia di più di 80 anni: il Forno Castellari ottiene il riconoscimento di Bottega Storica

Tradizione dal 1940: di padre in figlio

Della famiglia Castellari dal 1940

Da oltre 80 anni la famiglia Castellari gestisce il forno in via della Volte a Brisighella. L’acquisto nella proprietà della famiglia avvenne nel 1940 per iniziativa di Nino Castellari, giovane fornaio con già una lunga esperienza di lavoro alle spalle. Castellari aveva iniziato giovanissimo il mestiere di fornaio, lavorando nel forno che avrebbe poi acquistato al suo rientro dall’Africa, dove si era recato con l’idea di potere acquisire le somme necessarie per avviare la sua attività nel paese natale.

Come evidenziato nel documento rilasciato in data 17 marzo 1939 (anno XVII°) dal Governo Generale dell’Africa Orientale Italiana, Residenza di Debra Berhan (Etiopia), a Nino Castellari, “viene rilasciata una licenza per gestire in Enda Gheorghis, Cantiere 26^, un forno per la panificazione”, inizia così l’attività di imprenditore artigiano. L’anno seguente rientra a Brisighella, dove acquista il suo forno.

Di padre in figlio

È così che inizia, assieme alla moglie Rosa, sposata nel 1941, la lunga storia di panificatori di Brisighella. Alla attività del capostipite Nino Castellari, si affianca nel 1964 il figlio Valerio che entra prima come apprendista per poi diventare collaboratore e quindi socio titolare nel 1978, ruolo che ha poi passato al figlio Marco, titolare della azienda dal 2007. Marco, nato e cresciuto come il padre Valerio nella vita quotidiana del forno, ha saputo rinnovarne e consolidarne l’attività, aggiornando la produzione ai gusti attuali dei consumatori a cui continua a fornire un prodotto genuino e lievitato con l’uso del lievito madre, secondo la antica tradizione di famiglia. Oggi collabora con lui la compagna Pamela Scalini.

La famiglia Castellari è stata capace di apportare una importante innovazione organizzativa per la distribuzione del pane, che sforna nel centro di Brisighella e che distribuisce in tutte le frazioni del comune che ha un territorio fra i più estesi d’Italia, oltre che nei punti vendita della Cofra anche presso le botteghe di Zattaglia, Villa Vezzano, Riolo Terme, e alla consegna diretta ai tanti ristoranti che il forno Castellari rifornisce.

Fra innovazione e tradizione

Nel forno sono state rinnovate le attrezzature, ma è rimasto inalterato il metodo di lavorazione e la passione per il lavoro che ha caratterizzato la famiglia Castellari in tanti anni di storia.

Alla cerimonia di consegna del riconoscimento di Bottega Storica erano presenti il Sindaco di Brisighella Massimiliano Pederzoli, il Presidente della CNA della Romagna Faentina, Canzio Camuffo, il Responsabile della CNA della Romagna Faentina, Luca Coffari, e la Responsabile della sede CNA di Brisighella, Milena Barzaglia. A ricevere la targa il titolare Marco Castellari e la compagna Pamela Scalini.

CNA ha accompagnato il forno Castellari nell’ottenimento di questo importante riconoscimento istituito dalla Regione Emilia-Romagna volto alla tutela e valorizzazione delle botteghe storiche al quale poi la stessa regione ha unito anche un apposito bando di finanziamento.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.