9 marzo 2015 - Castel Bolognese, Cronaca

Stazione di Castel Bolognese, vandali svuotano un estintore in sala d'aspetto

Si tratta di due giovani che sono riusciti a darsi alla fuga

Estintori dei treni regionali nel mirino dei vandali in questo fine settimana. Tre episodi, i cui autori non sono stati identificati, si sono verificati la sera di venerdì 6 e la notte fra sabato 7 e domenica 8 marzo.

Il primo ha coinvolto il Regionale 11924, partito da La Spezia alle 19.27 e sul quale - in arrivo a Pontremoli - ignoti hanno scaricato uno degli estintori in dotazione al convoglio all’interno di una vettura – in quel momento priva di passeggeri – rendendola inutilizzabile.

La carrozza è stata inviata in officina per la pulizia straordinaria e tutti i servizi previsti per quel convoglio nella giornata di sabato – a partire dal Regionale 6754 Pontremoli (5.56) – Parma (7.10) - sono stati effettuati con un numero di posti a sedere inferiore a quello programmato, a tutto svantaggio dei viaggiatori.

Il secondo episodio si è verificato nella stazione di Castel Bolognese (RA), durante la sosta del Regionale 6579 Bologna (00.30) – Faenza (1.17). Due giovani, dopo avere sottratto dal convoglio due estintori, sono scesi dal treno e hanno iniziato a spargerne il contenuto sul marciapiede della stazione e nella sala d’attesa. Sul posto, tramite la Polizia Ferroviaria cui si era subito rivolto il personale di bordo del treno, sono intervenuti i Carabinieri e il treno è ripartito con un ritardo di circa 20 minuti. Gli estintori sono stati recuperati mentre i vandali sono riusciti a darsi alla fuga.

Ancora, nella notte fra sabato e domenica l’estintore in dotazione alla sala d’aspetto della stazione di Pioppe di Salvaro, sulla linea Porrettana, è stato completamente svuotato all’interno della sala stessa rendendola così inospitale per i viaggiatori.

Trenitalia e RFI sporgeranno denuncia contro ignoti.

 

 

 

Tag: vandalismo

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019