4 settembre 2019 - Solarolo, Faenza, Cronaca

Stanno bene gli 11 cuccioli sequestrati dalla Polizia, l’Enpa di Faenza attende il via libera per le adozioni

L’ente ha provveduto ai necessari controlli sanitari

Stanno tutti bene gli undici cuccioli sequestrati il primo settembre dal Distaccamento di Polizia Stradale di Faenza presso l’area di servizio Santerno, nel territorio del comune di Solarolo, dietro indicazione di diversi utenti che hanno segnalato al Centro Operativo della Polizia Stradale di Bologna la presenza di un veicolo con a bordo un anomalo numero di cuccioli.

I cani, tutti meticci privi dei necessari documenti e tenuti in condizioni critiche dentro a trasportini sottodimensionati, sono stati prontamente sequestrati alla donna che li trasportava, una 41enne di origine tedesca denunciata alla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di detenzione di animali vivi in condizioni incompatibili con la loro natura.

I cuccioli sono stati affidati all'Enpa di Faenza, che ha provveduto alla sverminazione e ai necessari controlli sanitari, e sono ora ospitati presso il Rifugio del cane di via Plicca, nella campagna di Granarolo: ora l'auspicio è che la Procura di Ravenna provveda a sbloccare la situazione in tempi rapidi, per consentire l'avvio delle adozioni dei cuccioli nel più breve tempo possibile, per il benessere di questi ultimi.

Per ulteriori informazioni, contattare l’ENPA - Sezione di Faenza al numero 0546 661203 (il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 9.30 alle 11.30), email faenza@enpa.org. È possibile seguire Enpa Faenza su Facebook alla pagina “Rifugio del Cane E.N.P.A. Faenza” e sul sito internet www.rifugiodelcanefaenza.org.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.