16 settembre 2009 - Lugo, Sport

Alex Zanardi vince il premio Melandri

Il riconoscimento, promosso da "Rombi di Passione" di Lugo sarà consegnato il 20 settembre

 

E' il pilota Alex Zanardi il primo vincitore del Premio Alfredo Melandri. A partire dalla edizione 2009, gli organizzatori di Rombi di Passione hanno istituito il riconoscimento, che sarà assegnato di anno in anno a sportivi che si sono distinti nel corso della carriera non solo per i loro successi nello sport, ma soprattutto per il loro impegno nel sociale.
 

La giuria, formata da Massimo Melandri (Diemme), Alessandro Gardi (Diemme), Mario Cornacchia (Associazione Una Passione in Moto), Federico Lucchini (Studio Lucchini) ed il celebre giornalista sportivo Ezio Zermiani, ha assegnato all’unanimità il riconoscimento ad Alex Zanardi. Il riconoscimento sarà consegnato da Massimo Melandri il 20 settembre durante la tappa italiana del FIA WTCC ad Imola, a cui Alex Zanardi prende parte a bordo della sua BMW 320si.
 

Alex, sottolineano gli organizzatori, non è solo infatti un campione di sport ma anche di solidarietà, avendo creato insieme a Sergio Campo il progetto Bimbi in Gamba (www.bimbingamba.com)
“Ogni anno, in Italia e nel mondo, tanti bambini si trovano nella difficile condizione di non poter vivere la loro vita riempiendola di sorrisi, serenità, salti e corse. A causa di incidenti, gravi patologie, traumi, guerre e conflitti, questi bambini perdono la gioia delle azioni più semplici, non potendo contare sulle loro braccia e sulle loro gambe.”
 

Obiettivo dell’associazione e di Alex è quello di offrire alle famiglie più bisognose la possibilità di risolvere il problema della mancanza degli arti superiori o inferiori, ospitando alcuni bambini ed assistendoli per il tempo necessario alle cure ed alla riabilitazione.
Tutto lo staff di Rombi di Passione è orgoglioso di assegnare il riconoscimento ad Alex, augurandogli un finale di stagione ricco di successi sportivi, a cominciare da Imola!"

Alfredo Melandri iniziò nel 1993 la sua carriera a 20 anni sui kart, passando nel 1995 alla guida di una Renault Clio con cui giunse 4° assoluto nella classifica Michelin. Nel 1996 il debutto su una monoposto di Formula 3 del team Assosport, anno in cui vince al Motor Show la gara riservata alle Formula 3 battendo in finale l’amico Oliver Martini. Nel 1997 conclude il Campionato Italiano di Formula 3 al sesto posto, gareggiando per il Team Prema. Il 2 marzo 1998 Alfredo, a causa di un problema tecnico ai freni, esce violentemente di pista alla curva San Donato del circuito del Mugello, dove stava disputando una sessione di test precampionato. Alfredo muore a 25 anni il 9 marzo 1998 all’ospedale Careggi dove era stato ricoverato.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.