26 marzo 2010 - Lugo, Economia & Lavoro

Russi, segnali di ripresa per la Gallignani

Comunicazione del sindaco Retini. “Metalmeccanica, continua il lavoro del tavolo di crisi”

“La crisi in cui versa l’azienda metalmeccanica Gallignani (che occupa circa 150 dipendenti) appare meno drammatica rispetto ai mesi precedenti”. Il sindaco di Russi Sergio Retini ha fatto il punto della situazione del centro produttivo, fondamentale per l’economia del territorio.
“Da febbraio – continuato il sindaco - è ripresa l'attività e se anche per il 2010 occorrerà fare ancora ricorso agli ammortizzatori sociali, ci sono buoni segnali. Il pacchetto azionario è ritornato al 100% sotto il controllo della famiglia Gallignani che ha dimostrato di credere fortemente nel futuro dell'azienda e si sta impegnando concretamente con investimenti e politiche commerciali in grado di incrementare la produzione e rilanciare pienamente l'impresa nel corso del 2011”.
Per quanto riguarda in generale il settore metalmeccanico, “subito dopo le elezioni regionali daremo continuità al tavolo di crisi locale coinvolgendo il nuovo assessore regionale alle Attività produttive insieme a quello provinciale”.

Il sindaco ha inoltre informato il Consiglio di una serie di incontri che si sono svolti sui temi della crisi. Una riunione, spiega il Comune, ha visto protagoniste le associazioni artigiane e PowerCrop per individuare le attività in grado di dare lavoro alle aziende locali nella riconversione dell'ex zuccherificio. Nel mese di febbraio si è svolto, in Comune, un primo incontro con la Gallignani e le parti sociali per favorire la ripresa del confronto sindacale giunto a una fase di stallo. Un secondo incontro, con la presenza dell'assessore regionale Campagnoli, è avvenuto in azienda con visita ai reparti. Le riunioni proseguiranno anche nelle prossime settimane, soprattutto alla luce degli esiti di un incontro a Roma sugli ammortizzatori sociali, richiesto alla direzione generale del Ministero del lavoro dall’Amministrazione comunale, per individuare ulteriori strumenti in grado di fronteggiare l’emergenza della Gallignani e dell’artigianato locale, dato che gli ammortizzatori in deroga non sono sufficienti. Retini ha infine rinnovato l'invito alle opposizioni, a nominare i componenti della Commisione Crisi istituita a novembre dal Consiglio comunale, ma non ancora operativa per la mancata nomina dei rappresentanti di Libera Russi e Noi per Russi.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.