19 ottobre 2015 - Lugo, Economia & Lavoro

Lugo, l'allarme della Cgil: "a rischio la permanenza degli uffici pubblici"

"Cittadini costretti a recarsi nelle sedi di Ravenna o Faenza?"

"Apprendiamo improvvisamente che la direzione regionale dell’Inps ha avviato le procedure per reperire locali da destinare all’Agenzia Inps di Lugo e che la direzione provinciale Inps di Ravenna ha chiesto ed ottenuto di incontrare il sindaco della città per trovare in fretta una soluzione che possa garantire ai cittadini la presenza dell’ufficio, continuando così ad erogare i servizi fino ad oggi garantiti nel comprensorio lughese". A lanciare l'allarme è la delegata Inps Fp-Cgil Maria Antonietta Cirillo insieme al segretario responsabile Funzioni Centrali Fp-Cgil Deborah Bruschi.

"La notizia - spiegano Cirillo e Bruschi - sorprende molto dal momento che il rinnovo contrattuale per l’utilizzo dei locali dentro lo stabile di proprietà dell’Inail sembrava quest’estate cosa fatta: il notevole lavoro di razionalizzazione imposto dalla spending review svolto nei mesi precedenti dagli organi competenti, e che peraltro aveva comportato anche una riduzione degli spazi adibiti agli addetti, faceva ben sperare in una soluzione rispettosa dei parametri della legge, ma che nel contempo garantisse sempre la presenza dell’Inps sul territorio.

Non capiamo quindi quali possano essere le ragioni che hanno spinto la Direzione Regionale Inail, all’insaputa della sua stessa Direzione provinciale, a non rinnovare il contratto d’affitto dei locali in uso. Tale situazione peraltro, renderebbe vuoto ed inutilizzato lo stabile di proprietà dell’Inail stesso, poiché la trasformazione della sede Inail di Lugo in Agenzia, prevede la presenza di solo 3 addetti che, quindi, non giustificano il mantenimento dell’ampio stabile.

La situazione che a nostro avviso si prospetta è quindi quella di una prossima cartolarizzazione dell’edificio, preoccupazione espressa da tempo dalla Fp-Cgil, che invece aveva sempre sostenuto la necessità di accorpare gli uffici Inail- Inps- Agenzia delle Entrate dentro il medesimo stabile creando un “comprensorio” di uffici pubblici nel Lughese che avrebbe permesso la salvaguardia dei servizi, degli addetti e dello stabile di proprietà pubblica.

La stessa Agenzia delle Entrate, da anni a rischio di chiusura, è stata da pochi giorni ufficialmente destinata alla trasformazione in Sportello, quindi con un conseguente calo dei servizi forniti e del personale.

Auspichiamo pertanto l’intervento attivo ed immediato di tutti gli organi politici per trovare una soluzione fisica atta a garantire la presenza delle Agenzie sul territorio.

Non possiamo nè vogliamo pensare che i cittadini in condizioni di disagio debbano vedersi sottrarre uffici pubblici in grado di fornire informazioni e servizi e conseguentemente essere costretti a recarsi nelle sedi di Ravenna o Faenza".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.