17 marzo 2016 - Lugo, Cronaca

Proteggere i minori dalle insidie di internet: se ne parla a Lugo

L’incontro sabato 19 marzo

Come tutelare i minori che navigano in internet? Per rispondere a questa domanda sabato 19 marzo alle 10.30 nell’aula magna della scuola secondaria di primo grado “Silvestro Gherardi” di Lugo si svolgerà un incontro dedicato a tutti i genitori, insegnanti ed educatori riguardante il tema della sicurezza.

 

Il seminario intende dare una descrizione degli scenari più diffusi di utilizzo della rete, delle esigenze emerse dall’indagine e delle strategie da adottare per evitare che i problemi si acuiscano. La disponibilità di tecnologie sempre più accessibili online può comportare, specie per ragazzi e bambini, rischi di diversa natura, com’è spesso evidenziato da insegnanti a scuola e dai genitori nella vita quotidiana.

 

Aica, in collaborazione con Telefono Azzurro e l’Università Bicocca di Milano, ha condotto un’indagine sull’uso etico delle tecnologie con la collaborazione di circa 1000 insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. L’indagine ha messo a fuoco alcuni fenomeni ormai diffusi tra i giovani come i comportamenti aggressivi online, il cyber-bullismo, l’uso di contenuti a sfondo sessuale (sexting), la diffusione di dati personali, lo sviluppo di dipendenze e gioco online. L’incontro si propone di insegnare come trovare un giusto equilibrio tra le necessità di protezione e libertà di esplorazione, fornendo ai più giovani conoscenze e strumenti utili per rispondere adeguatamente ai rischi della rete.

 

L’evento, che si tiene in occasione della Get Online Week, è organizzato dal Punto Pane e Internet della Bassa Romagna e dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Aica (Associazione nazionale calcolo automatico), Telefono Azzurro e università Bicocca di Milano.

 

I saluti di apertura saranno affidati a Enea Emiliani, sindaco referente per le Politiche educative dell’Ucbr, Fabrizio Lolli, assessore alla Scuola del Comune di Lugo e Daniela Geminiani, dirigente scolastica degli istituti comprensivi “Baracca” e “Gherardi” di Lugo.

L’avvio dei lavori sarà a cura di Pierpaolo Maggi di Aica. Seguiranno gli interventi di Giulia Mura, ricercatrice sui temi del cyber-bullismo per l’università Bicocca di Milano, e di un referente del Telefono Azzurro, che darà indicazioni concrete per insegnanti e genitori.

 

Get Online Week

La “Get Online Week” (Gow) è una iniziativa annuale organizzata dal 2010 su iniziativa dell’associazione Telecenters Europe e col patrocinio della Commissione Europea, finalizzata alla organizzazione di eventi a carattere pubblico per promuovere l’uso di Internet e rendere il più possibile evidenti le opportunità che derivano dal possesso delle competenze digitali.

Dal 2015, sotto il coordinamento del progetto Pane e Internet, la Get Online Week viene promossa anche in Emilia-Romagna, con l’organizzazione di eventi e iniziative pubbliche nei territori da parte di Punti Pane e Internet, biblioteche, Comuni e altri enti locali, associazioni, centri culturali e imprese.

Nel 2016 la GOW sarà dedicata a due priorità: fiducia e confidenza in rete, per accrescere le conoscenze riguardanti la propria identità digitale, la sicurezza online, la tutela dei dati personali, l’accesso ai servizi pubblici online e le competenze necessarie per navigare con consapevolezza in internet; i lavori digitali, per fare informazione sulle opportunità di lavoro offerte dall’economia digitale, le competenze richieste per lavorare nei vari settori dell’ICT e della web economy e le varie attività e iniziative per formare giovani affinché possano trovare sbocchi occupazionali in tali ambiti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti recenti