24 giugno 2016 - Lugo, Cronaca

Unioni civili gay, a Lugo Gianluca e Giovanni hanno detto "sì"

Alla presenza del sindaco Davide Ranalli

La sala del Consiglio comunale della Rocca di Lugo ha ospitato questa mattina la cerimonia di costituzione della prima unione civile del territorio. A dire “sì” di fronte al sindaco di Lugo Davide Ranalli sono stati Giovanni Giovannini, medico estetico lughese, e Gianluca Zoffoli, architetto originario di Ravenna.

 

A incorniciare l’evento amici e parenti della coppia, visibilmente commossa. Dopo le firme il sindaco di Lugo ha consegnato agli “sposi” un omaggio contenente i tradizionali capperi della Rocca.

 

La storia di Giovanni, 57 anni, e Gianluca, 54 anni, è cominciata 11 anni fa. “L’11 maggio 2016 abbiamo festeggiato il nostro anniversario proprio nel giorno in cui è stato approvato il disegno di legge relativo alle unioni civili tra persone dello stesso sesso. Per noi non poteva esserci un regalo più grande”.

 

Un’unione civile tra due persone maggiorenni dello stesso sesso si costituisce mediante dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile ed alla presenza di due testimoni. L’atto è registrato nell’archivio dello stato civile. Le parti possono stabilire, dichiarandolo all’ufficiale dello Stato Civile, di assumere un cognome comune, scegliendo tra i loro cognomi o di anteporre o posporre al cognome comune il proprio.

 

Dopo la cerimonia in Comune la coppia si è spostata nella sua residenza a Santa Maria in Fabriago, dove nel pomeriggio proseguirà i festeggiamenti.  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.