17 aprile 2018 - Lugo, Cronaca

Presentata a Lugo "La mappa della memoria"

Realizzata dagli studenti delle scuole medie lughesi su un progetto ideato dal coordinamento comunale delle sezioni Anpi

Sabato 14 aprile al “Tondo” di Lugo è stata presentata la “Mappa della memoria”, la mappa interattiva dei cippi ai caduti della Resistenza del territorio comunale di Lugo.

 

La mappa è stata realizzata dagli studenti delle scuole medie lughesi su un progetto ideato dal coordinamento comunale delle sezioni Anpi del comune di Lugo: in questi mesi i ragazzi hanno infatti mappato i cippi dei caduti, realizzando per ciascuno delle schede sulle quali sono riportate notizie storiche, foto, testimonianze e altro.

 

La presentazione di sabato ha rappresentato la fase conclusiva della prima parte del progetto. L’obiettivo finale - spiega una nota - consiste nella realizzazione di "percorsi della memoria" per mettere in collegamento la linea gotica con tutti i luoghi in cui sono avvenuti gli eccidi di partigiani e antifascisti. Il risultato sarà uno strumento interattivo di consultazione che, dopo un accurato controllo dei dati inseriti da parte dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Ravenna e provincia, potrà essere consultato da chiunque in rete su computer, smartphone e tablet.

 

La presentazione della mappa è stata a cura degli studenti, con la collaborazione di Sara Cortesi e Luigi Savorani dell’Anpi di Giovecca. All’incontro sono intervenuti il sindaco di Lugo Davide Ranalli e il consigliere regionale Mirco Bagnari; era inoltre presente Andrea Babini, presidente di Icel, cooperativa che ha contribuito alla realizzazione della mappa. Le conclusioni sono state affidate ad Agostina Melucci, dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.